Luglio 19, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

“Quanto ossigeno è rimasto?”  »: Un messaggio allarmante proveniente dalla Stazione Spaziale Internazionale manda Internet nel panico.  Fortunatamente era solo un esercizio.

“Quanto ossigeno è rimasto?” »: Un messaggio allarmante proveniente dalla Stazione Spaziale Internazionale manda Internet nel panico. Fortunatamente era solo un esercizio.

Notizie sulla tecnologia Jvi “Quanto ossigeno è rimasto?” »: Un messaggio allarmante proveniente dalla Stazione Spaziale Internazionale manda Internet nel panico. Fortunatamente era solo un esercizio.

condivisione :


Questo messaggio si è diffuso su Internet e ha causato un’ondata di panico. Tuttavia, la NASA mise subito fine alle polemiche: era solo un esercizio.

Esercitazioni di emergenza della Stazione Spaziale Internazionale: più grandi della vita

Il 12 giugno un incidente ha attirato l’attenzione di tutti i netizen. È stata effettuata una registrazione audio da un esercizio di simulazione di emergenza medica È stato erroneamente trasmesso sui canali di trasmissione in diretta ufficiali della NASA.

L’esercizio simula un problema in cui un capitano soffre di malattia da decompressione. Questa registrazione, durata circa otto minuti, si diffuse rapidamente. Il che indica che c’è una vera crisi a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Nella clip di simulazione audio, un chirurgo di volo dà consigli su cosa fare dopo la diagnosi di malattia da decompressione. In particolare, suggerì di rimettere l’astronauta nella sua tuta e di somministrargli ossigeno puro.

La registrazione indicava anche un’evacuazione di emergenza verso un ospedale in Spagna dopo la caduta dell’acqua. Le parole suonavano così reali che le prime reazioni sui social network non si sono fatte attendere.

La NASA ha rapidamente chiarito la situazione tramite un comunicato sul sito X, affermando che non vi era alcuna vera emergenza a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Hanno detto che l’audio proveniva da un canale di simulazione utilizzato per l’addestramento a terra e per le squadre a bordo.

L’attuale equipaggio, composto da sei astronauti di diverse nazionalità e tre astronauti russi, non ha mai partecipato a questa esercitazione. Durante il presunto incidente, dormivano tutti in preparazione della passeggiata spaziale prevista per oggi.

READ  Oltre al fitness, Garmin lancia un orologio connesso per uso militare

Questo evento ha evidenziato l’importanza dell’addestramento simulato per garantire la sicurezza a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, soprattutto con la crescente partecipazione di aziende private alle missioni spaziali.

La Stazione Spaziale Internazionale: il luogo d’incontro spaziale per tutti gli intellettuali scientifici

La Stazione Spaziale Internazionale (ISS) è ora aperta al pubblico. Nel gennaio 2024 ha accolto per la prima volta un equipaggio interamente civile. Recentemente, anche la capsula Starliner della Boeing è attraccata alla stazione, segnando una pietra miliare nell’era delle missioni spaziali che coinvolgono aziende private.

In questo contesto, la sicurezza delle persone a bordo è diventata più importante che mai. Le squadre sulla Terra e a bordo della Stazione Spaziale Internazionale si addestrano regolarmente per vari scenari di emergenza per essere preparate ad ogni eventualità.

Il coordinamento tra le squadre a terra e a bordo è essenziale per prevenire e gestire le emergenze. Il rilascio accidentale dell’audio ha inoltre evidenziato la necessità di mantenere protocolli rigorosi per evitare tali errori in futuro.

Man mano che la partecipazione dell’equipaggio civile diventa più comune, la NASA e i suoi partner devono raddoppiare i loro sforzi per garantire sicurezza e trasparenza. Le missioni spaziali private rappresentano un futuro promettente, ma richiedono anche maggiore vigilanza per evitare malintesi che potrebbero scatenare il panico tra il pubblico.