Gennaio 24, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Putin a New Delhi Difesa ed energia nel menu con Modi – 06/12/2021 alle 18:58

Il primo ministro indiano Narendra Modi (a destra) riceve il presidente russo Vladimir Putin a Nuova Delhi il 6 dicembre 2021 (AFP/Money SHARMA)

Il primo ministro indiano Narendra Modi (a destra) riceve il presidente russo Vladimir Putin a Nuova Delhi il 6 dicembre 2021 (AFP/Money SHARMA)

Il presidente russo Vladimir Putin ha elogiato l’India come “grande potenza” e “sicuro” alleato di Mosca, durante una visita incentrata su energia e difesa, con l’annuncio della consegna di batterie missilistiche avanzate, con grande sgomento di Washington.

Il diplomatico indiano ha affermato che la Russia ha iniziato a fornire all’India sistemi di difesa aerea S-400 a lungo raggio.

A margine dell’incontro di Putin con il primo ministro Narendra Modi, sono stati firmati anche un accordo decennale di cooperazione militare e un contratto petrolifero.

“Vediamo l’India come una superpotenza, un paese amico e un alleato sicuro”, ha detto il presidente russo ai giornalisti prima dell’incontro volto a rafforzare i legami con un alleato tradizionale ma il corteggiamento di Washington.

Gli Stati Uniti, sforzandosi di contrastare l’ascesa della Cina, hanno instaurato il Quadruple Dialogue, un dialogo sui temi della sicurezza con India, Giappone e Australia, non senza destare preoccupazioni a Pechino e Mosca.

L’India era vicina all’Unione Sovietica durante la Guerra Fredda e queste relazioni che persistono oggi sono state descritte da Nuova Delhi come una “partnership strategica speciale e privilegiata”.

– ‘Ramsey’ –

Questo è solo il secondo viaggio all’estero di Vladimir Putin dall’inizio della pandemia di coronavirus e dal suo vertice di giugno con il suo omologo statunitense Joe Biden a Ginevra.

Questa visita in India è più attraente perché non ha partecipato a incontri importanti come il vertice del G-20 e la COP 26 e ha anche rinviato una visita programmata in Cina.

“È molto simbolico, indica quanto non vogliono che le relazioni ristagnino o rallentino”, ha detto Nandan Onikrishnan di Observer Research con sede a New Delhi.

Tuttavia, Putin deve affrontare complesse dinamiche regionali, con crescenti tensioni tra India e Cina, a partire dai sanguinosi scontri del 2020 tra queste due potenze nucleari sulla linea di controllo in Himalaya.

“L’influenza della Russia nella regione è molto limitata, principalmente a causa delle sue strette relazioni con la Cina e del suo rifiuto di agire contro gli interessi regionali della Cina”, ha affermato la dott.ssa Tatiana Belousova, professore di politica internazionale presso l’Università OB Jindal di Haryana (Nord). India).

– Benzina –

Vladimir Putin (a sinistra) e Narendra Modi (a destra) a Nuova Delhi il 6 dicembre 2021 (Sputnik/Mikhail Klementiev)

Vladimir Putin (a sinistra) e Narendra Modi (a destra) a Nuova Delhi il 6 dicembre 2021 (Sputnik/Mikhail Klementiev)

Il gigante energetico russo Rosneft, il cui capo Igor Sechin era nella delegazione, ha annunciato in un comunicato che avrebbe consegnato fino a due milioni di tonnellate di petrolio all’India attraverso il terminal di Novorossiysk sul Mar Nero.

La Russia è stata a lungo un importante fornitore di armi all’India, nel bel mezzo della modernizzazione delle sue forze armate, uno degli ultimi contratti firmati nel 2018 per i preziosi sistemi di difesa aerea S-400. Più di cinque miliardi di dollari.

“Le consegne sono iniziate questo mese e continueranno”, ha detto lunedì il ministro degli Esteri indiano Harsh Vardhan Shringla.

Pertanto, l’India ha ignorato la legge statunitense sulla lotta ai nemici dell’America attraverso le sanzioni (CAATSA), che penalizza l’acquisto di armi russe da parte di qualsiasi paese o entità.

“I nostri amici indiani hanno chiarito che sono un paese sovrano e che decideranno chi acquisterà armi dall’India e chi si impegnerà con l’India”, ha detto ai giornalisti lunedì il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha dichiarato la scorsa settimana di non aver preso alcuna decisione sull’India.

– Kalashnikov –

L’India prevede anche di aumentare la sua produzione di armi, in particolare cooperando con Kalashnikov per fabbricare l’AK-203.

Questo gruppo russo ha annunciato, lunedì, di aver raggiunto un accordo per la fornitura di oltre 600.000 fucili d’assalto che saranno prodotti nel sito.

“Siamo pronti per iniziare la produzione (…) nei prossimi mesi”, ha confermato il CEO di Kalashnikov Vladimir Lipin.

Sono intervenuti anche i ministri degli Esteri e della Difesa dei due Paesi, Sergei Lavrov, sottolineando che “Russia e India (…) promuovono posizioni identiche o simili sui temi più importanti per il mondo e la sicurezza”.

bur-ash / slb / lth / cpy / lpt / bds

READ  Un membro dell'ISIS Beatles si dichiara colpevole di complicità nei rapimenti e uccisioni di ostaggi