Luglio 18, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Pogacar-Vingegaard, annunciata l’evoluzione del teatro!

Pogacar-Vingegaard, annunciata l’evoluzione del teatro!

L’ex vincitore del Tour de France Andy Schleck crede che Jonas Vingegaard sia in grado di spodestare l’attuale maglia gialla, Tadej Pogacar.

Dopo 8 tappe del Tour de France 2024, Tadej Pogacar si è saldamente affermato al vertice della classifica del Tour de France, grazie al suo colpo di stato in cima al Galibier martedì. Lo sloveno ha un vantaggio di 33 pollici su Remco Evenepoel e soprattutto 1 minuto e 15 di vantaggio sul suo grande rivale e doppio campione in carica, Jonas Vengegaard. Se alcuni pensano che il danese non riuscirà più a raggiungere il leader degli Emirati Arabi Uniti, per Andy Schleck non è così.

“Tadej Pogacar potrebbe perdere il Tour de France? Sì. Ha vinto il Tour una volta e poi abbiamo detto che avrebbe fatto la stessa fine di Hinault o Indurain. Poi è arrivato Vingegaard e alla sua seconda vittoria ha davvero migliorato le cose nemmeno l’1% di differenza “Tra Pogacar e Vingeard oggi a volte si tratta di piccole cose, e Vingegaard era felice ieri (venerdì) per la sua prova contro il tempo. Acquisterà fiducia”.Così ha lanciato il vincitore del Tour 2010 per Cyclism’actu

Schleck: “Vingegaard, je crois en lui”

E aggiungendo: “ La gente dice: “Ho letto la stampa, Vengegard non è al meglio dopo la sua caduta”. NO ! Penso che in cima, sul cronometro, stia perdendo solo un secondo per chilometro, che non è assolutamente nulla. Se davvero si concentra sull’alta montagna, sui Pirenei e sulla fase finale, allora credo in lui. Boogie, è su una sedia, è vestito di giallo, ma oggi non ha vinto. »

Andy Schleck ha poi citato il caso di Remco Evenepoel, che attualmente ha due annie Anno della prima Grande Boucle. “IONon è in una situazione complicata, è in una situazione perfettaLussemburgo stimato. Non ha davvero bisogno di intervenire, perché ci sono ancora corridori con più esperienza di lui nel Tour de France e nel Grand Tour. Quindi lascialo seguire le ruote come meglio può! C’è ancora un periodo di prova, quindi se rimane bravo, se riesce a progredire un po’ di più in montagna… Penso che debba giocare la sua carta nell’ultima settimana del Tour, non dovremmo provare qualcosa di troppo rischioso ora penso che abbia il potenziale per salire sul podio del Tour, e penso anche che vincerà, ma non quest’anno. »