Novembre 27, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

“Pianeta 9” potrebbe nascondersi nelle note fatte 40 anni fa

Abbiamo finalmente trovato “Pianeta 9”? È troppo presto per dirlo. Tuttavia, sembra che un candidato sia stato trovato nei dati ottenuti dal satellite Iras nel 1983. Solo recenti osservazioni consentiranno di confermare o meno la verità di questo oggetto.

Il 25 gennaio 1983, aSatellite astronomico a infrarossi IRAS è stato lanciato per condurre un’indagine completa delle fonti emesse inInfrarossi a 12, 25, 60 e 100 µm. Questo è incredibile telescopio spaziale Funzionerà fino all’esaurimento dell’elio liquido che raffredda i suoi rivelatori, il 21 novembre 1983.

Negli anni Ottanta, l’inspiegabile spreco inorbitante Da Nettuno ha suggerito l’esistenza di a decimo pianeta (Plutone godeva ancora di quello stato all’epoca), decimo pianeta Anche se era molto più giovane di Resti dell’orbita di Urano Con il risultato di scoperta di nettunoStimolarono la ricerca di Clyde Tombaugh di un nuovo pianeta, portando alla scoperta di Plutone nel 1930, anche se divenne presto evidente che questo nuovo corpo era troppo piccolo per spiegare i resti di Nettuno.

La prima ricerca fallita nel 1983

Nel 1983, mentre lavorava alla preparazioneCatalogo delle sorgenti puntiformi IRASe Michael Rowan Robinson impegno a Ricerca sistematica del decimo pianeta nei dati IRAS. Durante un incontro organizzato da Società Astronomica Reale nel 1991 su ” dinamica sistema solare Il decimo pianeta , l’astrofisico Il britannico è ora professore emerito diUniversità Imperiale di Londra, ha quindi presentato un rapporto sulla sua ricerca, concludendo che non esiste un pianeta X nel 70% del cielo che è stato in grado di studiare.

Più tardi, una nuova misurazione Messa Da Nettuno rimosse i resti dell’orbita di Nettuno. Nessuna deviazione dalle tracce dei sensori pioniere e Voyager Mostra che non esiste un enorme pianeta sconosciuto nel sistema solare Nel piano dell’eclittica, i dati WISE hanno mostrato che no per argomento di blocco Saturno o Giove È presente nel Sistema Solare rispettivamente entro 28.000 e 82.000 unità astronomiche (0,44 e 1,30 anni luce).

READ  Eidos Montreal ed Eidos Sherbrooke adottano una settimana di 4 giorni - Notizie

filtro da confermare

Scoperta Decine di pianeti nani e piccoli corpi su Nettuno Negli ultimi 30 anni, ha portato alla riclassificazione di Plutone come pianeta nano e Il rinnovo dell’ipotesi del pianeta lontano è ancora sconosciuto. Così Rowan Robinson ha deciso che Riprendi la ricerca nei dati IRAS. Esaminando le fonti sconosciute in tre cataloghi ERA, è stato in grado di identificarne alcune galassie, a fonti galattiche o a orlare (Strutture filamentose astronomiche visibili nell’infrarosso).

Separare candidato È riuscita a superare vari test. Questo è incredibile candidato Sarà 225 ± 15 AU (circa 7,5 volte più lontano di Nettuno) e avrà una massa compresa tra 3 e 5 masse terrestri. Situata in Latitudine L’eclittica è molto alta e ad una bassa latitudine galattica, il che potrebbe spiegare perché non è stata trovata nelle ricerche precedenti. Saranno necessarie simulazioni dinamiche per determinare se questo candidato è compatibile con le attuali effemeridi planetarie e se può spiegare Assemblaggio delle orbite di oggetti transnettuniani estremi. In tal caso, cercare un anello di raggio da 2,5 a 4° centrato attorno alla posizione 1983 in lunghezze d’onda Il visibile e il vicino infrarosso saranno interessanti.

Quindi sii questo candidato reale o no, le IRA saranno in ogni caso autorizzate a partecipareoggetti enormi distanti. Infatti, il telescopio aveva la capacità di rilevare un pianeta di 10 masse terrestri a 380-600 AU e 20 masse terrestri a 690-1000 AU (il limite superiore corrispondente a un Atmosfera estensione planetaria). per confrontare, Urano e Nettuno Le loro masse sono rispettivamente di 15 e 17 masse terrestri.

Nuove prove indicano l’esistenza di un nono pianeta nel sistema solare

Articolo di Natalie Meyer, pubblicato il 4 ottobre 2021

Il nono pianeta. Sono inseguiti da tutte le parti. Tuttavia non è stato ancora notato. Quindi, esiste davvero? Due team di ricercatori stanno ora dando un nuovo sguardo. Chi potrebbe finalmente sbarazzarsi di lui…

READ  La Corea del Sud sta per porre fine al monopolio sui pagamenti delle app

Negli ultimi anni le voci sono aumentate a dismisura. Il pianeta Nove si nasconderà ai margini del nostro sistema solare. Cosa ha messo una pulce nelle orecchie? Scienziati di astronomia? Orbite speciali per molti oggetti fascia di Kuiper . Tutte le ipotesi passano di lì. Anche chi lo sostiene Pianeta Nove Sarà pianeta extrasolareCatturato dal nostro sistema solare. Oppure… un piccolo buco nero!

I tentativi di simulare l’evoluzione del nostro sistema solare, da parte loro, faticano a spiegare la formazione di un angolo così piccoloUniverso. Perché mancano di informazioni, ricercatori dalla University of British Columbia (Canada) e dalla University of Arizona (USA). Quindi suggeriscono un pianeta delle dimensioni del nostro Terra o Marte Potrebbe essere nato tra i giganti gassosi prima di essere allontanato dall’orbita di Nettuno.

Perché secondo gli astronomi c’è qualcosa di strano nell’attuale composizione del nostro sistema solare. Sostengono che è improbabile che la parte esterna del nostro sistema sia composta da quattro pianeti giganti Poi nient’altro mondo dei nani . Le loro simulazioni mostrano che dovrebbero effettivamente esistere pianeti di altre dimensioni. e aggiungi pianeta roccioso Tra i giganti produce un modello più accurato. Almeno per le prime fasi dello sviluppo del nostro sistema solare. Poi è riuscita a unirsi ai pianeti nani. O addirittura, essere letteralmente espulsi nello spazio interstellare.

Un pianeta tradito dalle cose tramite Nettuno

Mentre i ricercatori sperano di saperne di più sui telescopi di prossima generazione che presto esamineranno il cielo con una chiarezza senza precedenti, Astronomi dell’Università dell’Oklahoma (USA) ha anche progettato un fileL’evoluzione del nostro sistema solare. Tra i suoi quattro pianeti giganti. Un milione di corpi ghiacciati abita il disco della cintura di Kuiper. Tutti hanno almeno 4 miliardi di anni!

READ  Microsoft: Hybrid Business, linee guida per il nuovo gruppo Surface

I modelli che coinvolgono il pianeta Nove mostrano che gli oggetti distanti – quelli che non si avvicinano mai a 40-50 volte la distanza tra la Terra e il nostro pianeta SoleilTendono a raggrupparsi in orbite con un’inclinazione relativamente piccola rispetto al piano del sistema solare. Una caratteristica che sembra indicare l’esistenza di un nono pianeta. Perché non compare nei modelli con otto pianeti.

Quindi, se non riesci a mettere le mani su quel nono pianeta di cui tutti parlano, osservare questo raduno di oggetti lontani potrebbe costituire una nuova, indiretta prova della sua esistenza. Anche in questo caso, dovremo attendere l’esecuzione di nuovi strumenti. Il Eredità dello spazio e del tempo del sondaggio (LSST) dell’Osservatorio Vera C. Rubin, per esempio. Inizierà ad osservare il cielo nel 2023 e dovrebbe essere in grado di individuare gli oggetti transnettuniani che gli astronomi cercano così spesso.

Futuro tra le stelleUn appuntamento imperdibile per gli appassionati di astronomia e spazio. Ogni 1° del mese, incontraci per un tour completo delle effemeridi del mese, con consigli su come osservare al meglio ciò che sta accadendo nel cielo. Ti verrà presentato un episodio speciale pubblicato ogni 15 del mese per saperne di più su un oggetto o un evento specifico che segnerà le notizie astronomiche e spaziali.

Ti interessa quello che hai appena letto?