Agosto 9, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Pena di morte per nove jihadisti che hanno ucciso un soldato

La magistratura tunisina ha condannato a morte nove jihadisti condannati per aver ucciso un soldato nella sua casa nella Tunisia centro-occidentale nel 2016, secondo quanto riportato dai media locali.

La giustizia continua a condannare gli imputati alla pena di morte, nonostante il divieto imposto più di 30 anni fa in Tunisia. Venerdì, la Camera penale del Tribunale di primo grado di Tunisi ha condannato anche 15 persone a pene detentive da 32 a 44 anni per il coinvolgimento nell’attacco al soldato.

Il 5 novembre 2016, il giovane caporale decapitato Said Ghazlani è stato trovato nella sua casa sui monti Mghila vicino a Kasserine, un nascondiglio del ramo locale di Al-Qaeda nel Maghreb islamico (Aqmi), soprannominato Fling Uqba. Ibn Nafeh. Lo Stato islamico jihadista (IS) ha rivendicato l’assassinio.

Dal 2012 le forze di sicurezza perseguono gruppi armati estremisti radicati nelle regioni montuose del Paese, in particolare sui monti Magila e Chaambi nella regione di Kasserine. Un certo numero di jihadisti, alcuni dei quali latitanti, sono perseguiti davanti ai tribunali tunisini per il loro coinvolgimento in atti “terroristici”.

Nel 2020 il presidente Kais Saied ha messo in dubbio la moratoria sulla pena di morte, affermando di essere favorevole all’applicazione di questo tipo di punizione, dopo l’omicidio di una donna di 29 anni, trovata in una buca sull’autostrada che collega Tunisi e la città di Tunisi. Zona residenziale. La posizione del presidente è stata duramente criticata da molte ONG.

Guarda anche – Il generale francese avverte del contagio jihadista e dell’aumento della retorica antifrancese in Africa