Febbraio 6, 2023

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Non è solo lo zucchero, sono coinvolti anche gli alimenti trasformati

I nitriti negli additivi alimentari sono associati ad un aumentato rischio di diabete di tipo 2, specialmente quando le persone mangiano molte carni rosse e lavorate.

I nitriti vengono aggiunti alle carni lavorate per migliorare il sapore e prolungare la durata di conservazione. Hai bisogno di un altro motivo per ridurre la carne rossa e lavorata? Un nuovo studio suggerisce che un comune additivo chiamato nitriti in questi alimenti è collegato ad un aumentato rischio di diabete di tipo 2.

In questo studio, i ricercatori hanno esaminato le abitudini alimentari di oltre 104.000 adulti con un’età media di 43 anni e nessuna storia di diabete di tipo 2. Sulla base di registri dietetici dettagliati, gli scienziati hanno calcolato quante persone erano esposte a nitrati e nitriti, sostanze chimiche presenti naturalmente negli alimenti integrali, come le verdure a foglia verde e negli additivi utilizzati per migliorare collettivamente il sapore e la durata di conservazione delle carni lavorate e di altri prodotti alimentari.

I partecipanti sono stati seguiti per quasi sette anni e quasi 1.000 di loro hanno sviluppato il diabete di tipo 2. Le persone le cui diete contenevano più nitriti dall’additivo alimentare avevano il 53% di probabilità in più di ricevere una diagnosi di diabete di tipo 2 rispetto ai partecipanti le cui diete contenevano più nitriti … sulle più piccole quantità di carne e alimenti trasformati, i ricercatori riferiscono il 17 gennaio su PLoS Medicine. Anche l’esposizione ai nitriti presenti naturalmente nelle verdure a foglia verde e in altri cibi integrali è stata associata a un aumento del rischio di diabete di tipo 2, ma l’effetto è stato molto più debole.

READ  Città internazionale della scienza e dell'industria, Parigi sabato 10 dicembre 2022

Le carni lavorate sono la fonte più comune di nitriti aggiunti

Osservando da vicino le diete dei partecipanti, gli scienziati hanno scoperto che le carni lavorate come prosciutto e salsiccia erano di gran lunga la prima fonte di additivi alimentari contenenti nitriti, seguite dai pasti preparati contenenti carni lavorate. Insieme, questi tipi di alimenti rappresentavano il 76% dei nitriti dell’additivo alimentare.

Per ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2, le persone dovrebbero mangiare una varietà di alimenti non trasformati o minimamente trasformati, in particolare frutta, verdura, legumi, noci e cereali integrali, ed evitare cibi che possono aumentare il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2, come elaborato. Carni, bibite e cibi ultra lavorati in genere.

Il diabete di tipo 2 si sviluppa quando il pancreas non è in grado di produrre o utilizzare l’insulina ormonale in modo efficace per convertire gli zuccheri nel nostro cibo in energia. Lo studio non è stato progettato per dimostrare se i nitriti possono causare direttamente il diabete di tipo 2, ma gli scienziati sanno che i nitriti consumati nel cibo possono danneggiare le cellule pancreatiche responsabili della produzione di insulina.

Le verdure a foglia verde fanno sempre parte di una dieta sana

È possibile che lo studio abbia riscontrato minori rischi associati ai nitriti in cibi sani come le verdure a foglia verde perché le persone che mangiano in questo modo seguono diete complessivamente più sane rispetto a quelle che mangiano molta carne e carne rossa e trasformata. Le verdure contengono anche molti nutrienti, come gli antiossidanti, che proteggono dal diabete.

Le diete vegetariane possono ridurre il rischio di malattie croniche come il diabete.

Questi risultati si aggiungono a un crescente corpo di ricerca, descritto in un articolo del gennaio 2020 sulla rivista Diabetes Care, che collega la carne rossa e la carne lavorata a un aumentato rischio di diabete di tipo 2. Anche fare molto esercizio fisico, mantenere un peso sano, non fumare e limitare il consumo di alcol può aiutare a ridurre il rischio.

READ  Scienza, Tecnologia e Innovazione (STI): le FONSTI sensibilizza le élèves du lycée Moderne Konan Camille d'Adiaké

* Presse Santé si impegna a diffondere la conoscenza della salute in un linguaggio accessibile a tutti. In ogni caso, le informazioni fornite non possono sostituire il parere di un professionista della salute.