Luglio 18, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Monaco: La città celebra la Repubblica Italiana

Monaco: La città celebra la Repubblica Italiana

Il 3 giugno 2024 il Principato di Monaco ha ospitato un evento straordinario per celebrare la Festa della Repubblica Italiana organizzato dall’Ambasciatore d’Italia a Monaco, Giulio Alaimo.

La prestigiosa sede dello Yacht Club di Monaco ha fatto da cornice a questa serata memorabile, alla quale ha partecipato anche il Principe Alberto II di Monaco, aggiungendo ulteriore prestigio all’evento.

L’Ambasciatore Alaimo, nel suo discorso di apertura, ha sottolineato l’importanza dei rapporti bilaterali tra l’Italia e la Cancelliera, sottolineando i profondi legami culturali, economici e sociali che legano i due Paesi. Ha espresso la sua gratitudine alla comunità italiana residente a Monaco, il cui contributo è fondamentale per il tessuto sociale ed economico della città.

All’evento era presente la Camera di Commercio Italiana a Nizza, rappresentata dalla Presidente Patricia Dalmaso e dal Direttore Generale Agostino Pesse.

Tra gli ospiti diversi rappresentanti dell’azienda, tra cui l’assessore all’Agricoltura Alessandro Galella, il sindaco di Ventimiglia Flavio Di Muro e il sindaco di Dolceacqua Fulvio Gazzola. La loro presenza ha testimoniato la forte collaborazione e amicizia tra le diverse regioni italiane e il Principato di Monaco.

La serata si è conclusa con un elegante ricevimento dove gli ospiti hanno potuto degustare le specialità enogastronomiche lucane. L’evento non è solo una celebrazione della Repubblica Italiana, ma anche un momento di incontro e condivisione che rafforza i legami di amicizia e cooperazione tra Italia e Monaco.

I festeggiamenti del 3 giugno allo Yacht Club di Monaco si confermano un grande evento capace di unire le comunità e celebrare con orgoglio e unità la bellezza e la ricchezza della cultura italiana.

Fonte: Newsletter CCItalian – Giugno 2024.