Gennaio 20, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Marshall Motif ANC test: la nostra recensione completa – cuffie e auricolari

Lo specialista di altoparlanti e amplificatori PA Marshall continua la sua incursione nel mondo dell’hi-fi portatile con le cuffie Marshall Motif ANC. Le cuffie TWS sono estremamente compatte, con un suono potente e dinamico, vicino alle condizioni live. La verità è diversa ma non deludente. spiegazioni.

Motivo Marshall ANC

Fonte: Tristan Jacquel per Frandroid

Il Marshall Motif ANC è l’ultimo Cuffie senza fili Dal produttore americano, seduto sopra Gioco True Wireless Technology. molto diverso da Marshall minore III Quello che abbiamo appena testato, il Marshall Motif ANC è in-ear, dotato di trasduttori due volte più grandi e fornisce Active Ambient Noise Reduction (ANC).

Motivo Marshall ANCscheda tecnica

8 / 10

Motivo Marshall ANC

Questo test è stato eseguito utilizzando le cuffie Marshall on-ear.

Motivo Marshall ANCDesign

Le cuffie Marshall Motif ANC sono estremamente compatte. La loro identità visiva ricorda l’elettronica audio di Marshall, mescolando vernice granulosa e nera. Le strutture sono poco profonde, ma allungate, allungate con fusti corti. L’area di controllo touch è ricoperta dal logo del marchio bianco.

Sorprendentemente compatto ed eccellente comfort

Gli auricolari sono molto facili da usare e possono essere facilmente inseriti nel condotto uditivo e nel lobo dell’orecchio. A tal fine vengono fornite tre paia di suggerimenti. Comfort e stabilità al di sopra di ogni critica. Puoi muovere la testa velocemente, camminare e persino correre senza provare alcun disagio. È senza dubbio.

Marshall Motic ANC è davvero molto compatto

Il Marshall Motic ANC è davvero molto compatto // Fonte: Tristan Jacquel per Frandroid

strana finta pelle

La scatola di immagazzinaggio e spedizione è un modello aperto superiore orizzontale. Il coperchio è tenuto in posizione da un sistema magnetico. Il pannello frontale include un pulsante di controllo per forzare o ripristinare l’accoppiamento delle cuffie, oltre a un LED che fornisce informazioni sullo stato della custodia (ricarica, accoppiamento).

Motivo Marshall ANC

L’unità di ricarica Marshall Motif ANC ha una finitura in PVC dall’aspetto esotico in pelle // Fonte: Tristan Jacquel

La custodia per auricolari Marshall Motif ANC deve essere posizionata sul retro per essere ricaricata, tramite la porta USB-C o con un caricabatterie wireless Qi.

Motivo Marshall ANCUtilizzo e applicazione

L’uso delle cuffie Marshall Motif ANC è in qualche modo tradizionale. Si pubblicizzano automaticamente sullo smartphone Android più vicino, grazie al protocollo abbinamento rapido di google. Con un iPhone o un computer, devi seguire tradizionalmente e trovare le cuffie da solo. Si prega di notare che sono visibili due profili Bluetooth, uno con il suffisso “LE”. Questo viene utilizzato per gestire le cuffie dall’app Marshall Bluetooth. L’altro serve per ascoltare la musica. Se non usi l’applicazione, è nel profilo «MOTIVO ANC» Devi chiamare prima.

I controlli sensibili al tocco sono divertenti da usare, soprattutto perché le cuffie sono fissate saldamente alle orecchie.

Applicare mezzo fico e mezzo acino d’uva

Deluso dall’app suggerita da Marshall per la gestione delle cuffie Motif ANC. A volte non riesce a trovare le cuffie, anche se sono in uso. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che le cuffie sono pubblicizzate all’interno di due bobine distinte, una per la comunicazione audio e una per la loro gestione (periferica Marshall ANC LE). Forse il profilo LE delle cuffie sta subendo arresti anomali casuali? Tuttavia, il riavvio delle cuffie risolve questo problema che avevo su Android e iOS.

Una volta superata questa situazione, l’app funziona correttamente. Tuttavia, la sua ergonomia non è tipica del suo genere e Marshall ha limitato le possibilità di personalizzazione della formula, ma utile se non essenziale per i miei gusti. Inoltre, alcuni comandi touch, soprattutto quelli per la lettura e la gestione delle chiamate, non possono essere modificati. È possibile configurare solo una pressione prolungata per ciascun auricolare, al fine di accedere al controllo del rumore, ai profili dell’equalizzatore o all’assistente vocale dello smartphone. Tieni presente che i suoni di interazione possono essere disattivati.

Contrariamente a quanto indicato dall’app, non è possibile creare un profilo EQ personalizzato. È possibile attivare solo i profili predefiniti. In termini assoluti, poiché vengono offerti solo cinque equalizzatori, da 160Hz a 6250Hz, le possibilità di correzione fine appaiono limitate. Come minimo, l’utente dovrebbe poter suonare a frequenze comprese tra 30 e 100 Hz per i bassi e superiori a 8 kHz per gli alti.

Infine, l’applicazione Marshall Bluetooth permette di impostare il livello di riduzione attiva del rumore da 0 a 100%, e allo stesso modo l’intensità della modalità trasparenza.

Connessione Bluetooth

Fatta eccezione per i problemi di connessione dell’app alle cuffie, Marshall Motif ANC è stabile per la trasmissione audio. Con il mio smartphone di prova, ho potuto ascoltare le mie playlist senza interruzioni, mentre ero a circa 10 metri di distanza e su un pavimento di legno. Nessun problema nemmeno con l’invio di una folla.

Motivo Marshall ANCRiduzione attiva del rumore

Una bella sorpresa, l’Active Noise Reduction (ANC) delle cuffie Marshall Motif ANC dà ottimi risultati. Va comunque precisato che l’isolamento negativo è effettivamente ottimo, tra i migliori che mi sia mai piaciuto. Quando si accende l’ANC, il rumore forte si riduce molto bene, al punto che non si sente più nessun rumore di motore o strada nell’auto in città. In autostrada, l’ANC rimane efficiente e offre un comfort di ascolto adeguato. Stessa nota sul bordo di una strada nell’ora di punta. Per quanto riguarda la modalità Trasparenza, che mescola il rumore ambientale con la musica ascoltata, offre un suono chiaro.

Motivo Marshall ANC

Il comfort di Marshall Motif ANC è eccellente // Fonte: Tristan Jacquel per Frandroid

Pertanto Marshall Motif ANC è molto valido se la riduzione attiva del rumore è un criterio essenziale della vostra scelta.

Motivo Marshall ANCLa mia voce

Include mini cuffie Marshall Motif ANC trasduttori dinamici Dimensioni di 6 mm, abbinato a un ricevitore Bluetooth 5.2 compatibile Codec SBC e AAC.

configurazione di prova

Ho ascoltato Marshall Motif ANC con A iPhone 13 Pro Max, un Xiaomi Mi 11 Lite 5G e uno MacBook Air M1, in Bluetooth AAC di Apple Music (Lossless). I risultati di ascolto sono simili da un dispositivo all’altro.

firma vocale

La promessa di Marshall “il suono della fossa”, o una forte firma vocale, anche brutale. La realtà è abbastanza diversa: le cuffie Marshall Motif ANC producono un suono espressivo civilizzato nella gamma media, dando molta freschezza e tono. Nel complesso la ripresa è vivace e ricca di dettagli.

Motivo Marshall ANC

Cuffie Marshall Motif ANC // Fonte: Tristan Jacquel per Frandroid

Tuttavia, con il profilo EQ predefinito (Marshall), la firma del suono è particolarmente forte e la gamma dei medi e degli alti è prominente, a scapito dei bassi. Si ha subito l’impressione che ci sia uno squilibrio, che alla lunga rende l’ascolto faticoso.

Tuttavia, attiva il profilo equalizzatore “Hip Hop” Il vantaggio di mettere le cose a posto, aumentando la gamma bassa e medio-bassa (almeno tra circa 100Hz e ~60Hz). Quindi, otteniamo un buon equilibrio, senza compromettere la famosa voce di Marshall.

  • Grave: mancanza di dimensioni ed estensione con il profilo predefinito. alla moda “Hip Hop”Il livello è soddisfacente, l’estensione è più accettabile. Il tocco di presenza nei bassi superiori migliora la capacità di impatto. Le capacità di passaggio sono buone e nulla viene lasciato indietro.
  • Midrange: Basso un po’ in ritardo favorisce la percezione del registro delle medie frequenze, che trovo ben posizionato e morbido. I trasduttori non forniscono alcuna colorazione meccanica e i suoni non soffrono di respiro sibilante. Possiamo lodare la trasparenza di questa registrazione.
  • Treble: molta energia nelle alte frequenze, con un picco in cima al disco, chiaramente udibile, che illumina la firma, senza distorcere le campane.

La firma si sviluppa un po’ quando si attiva la riduzione del rumore (ANC): i bassi alti acquistano peso, e anche i medi lo sono un po’. Tuttavia, la firma non cambia drasticamente e va bene così.

Motivo Marshall ANC

Le cuffie Marshall Motif ANC offrono un suono vivido e vibrante // Fonte: Tristan Jacquel per Frandroid

D’altra parte, con l’ANC, la fase è un po’ discontinua, specialmente ai bassi alti, e l’immagine stereo è discontinua. Niente di male, ma le orecchie acute possono lamentarsi. Resta il fatto che noi, per strada, non ci prestiamo quasi attenzione.

palcoscenico sonoro

È sicuramente attraverso la personalizzazione spaziale delle cuffie Motif ANC che possiamo riconoscere la voce di Marshall più di ogni altra cosa. Il palcoscenico vocale è ampio in larghezza, ma poco profondo, dando un senso di forte vicinanza agli strumenti musicali e alla voce. Tuttavia, l’organizzazione delle classifiche audio è seria e fedele al mix di musica riprodotta. La rivitalizzazione dell’ANC mina in una certa misura questa immagine.

comportamento dinamico

Questa è forse l’origine principale delle cuffie Marshall Motif ANC: spiccano le loro capacità transitorie. Oltre alle significative differenze dinamiche che vengono evidenziate, le raffinate differenze del segnale audio vengono riprodotte con una certa precisione soprattutto. L’estinzione dei toni (strumenti musicali, canto), per esempio, mi ha sorpreso. Questo eccellente sistema di timer serve ovviamente le voci umane, rendendo facile seguire le canzoni di accompagnamento o i ritornelli dei titoli.

Motivo Marshall ANCmicroscopico

La qualità delle chiamate è buona, anche se è un peccato che l’aumentata firma nell’ascolto della musica non evidenzi la prevista luce della voce dell’interlocutore. Inoltre, devi colpire la bilancia abbastanza francamente per capirlo appieno. D’altra parte, siamo meglio capiti.

Motivo Marshall ANCAutonomia

Marshall dichiara l’indipendenza alle 4:30 con l’ANC e 6 ore senza. Ho misurato 4 ore e ho spolverato con ANC ed Equation “Hip Hop” Attivo, poi verso le 5:15 senza ANC ed equalizzazione attiva, il tutto al 50% del volume del mio smartphone. Il profilo di equalizzazione hip-hop esalta le basse frequenze e aumenta tangenzialmente il consumo dell’altoparlante di bordo, sembra valida l’autonomia dichiarata da Marshall senza equalizzazione.

Motivo Marshall ANC

Le cuffie Marshall Motif ANC offrono una durata della batteria decente // Fonte: Tristan Jacquel per Frandroid

La custodia di ricarica fornisce tre ricariche aggiuntive per le cuffie e richiede circa 2,5 ore per ricaricare le cuffie. Ricarica rapida entro il primo quarto d’ora, per ripristinare un’ora di autonomia. Infine, la custodia richiede tre ore per essere completamente caricata tramite la sua porta USB-C. La custodia è compatibile anche con la ricarica a induzione Qi.

Motivo Marshall ANCPrezzo e data di uscita

Le cuffie Marshall Motif ANC sono disponibili in nero a €199 IVA inclusa.

READ  Questo robot aspirapolvere aspira, si lava e si svuota da solo. È pazzesco