Dicembre 2, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Lo studio prevedeva che i tassi di cancro al fegato sarebbero aumentati del 55% entro il 2040

Il numero di persone in tutto il mondo che svilupperanno o moriranno di cancro al fegato aumenterà di oltre il 55% entro il 2040 a meno che non si faccia di più al riguardo. combattere questa malattia Spesso è prevenibile, hanno detto i ricercatori giovedì. A circa 905.700 persone è stato diagnosticato un cancro al fegato e 830.200 sono morte a causa della malattia in tutto il mondo nel 2020, secondo una nuova analisi degli scienziati dell’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC), una filiale dell’Organizzazione mondiale della sanità con sede a Lione.

La necessità di mettere in atto controlli

Al ritmo attuale, 1,4 milioni di persone saranno diagnosticate e 1,3 milioni moriranno di cancro al fegato entro il 2040, secondo l’analisi. Ciò rappresenterebbe un aumento di circa 500.000 sia nel numero di casi che nel numero di decessi all’anno, ha affermato il funzionario, “a meno che non si raggiunga una significativa riduzione dei tassi di cancro al fegato attraverso la prevenzione primaria”. Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Hepatology.

Questa ricerca ha anche rivelato che il cancro al fegato è una delle prime tre cause di morte per cancro in 46 paesi ed è tra le prime cinque in quasi 100 paesi. Il numero di casi e decessi è più alto nell’Asia orientale e sudorientale, nonché nel Nord Africa. “questo è cancro È in gran parte prevenibile se vengono compiuti sforzi di controllo: i principali fattori di rischio sono il virus dell’epatite B e il virus dell’epatite C, consumo di alcoolL’eccesso di peso e le malattie metaboliche, incluso il diabete di tipo 2, ha affermato la coautrice dello studio Isabelle Surjomaram in una dichiarazione.

READ  Science en Courts Institut de Physique du Globe de Paris Paris mercoledì 20 ottobre 2021

Il cupa previsione Lo studio illustra la necessità di aumentare i progressi nel trattamento dell’epatite B e C, che sono state ostacolate dalla pandemia di Covid-19, hanno affermato i ricercatori, chiedendo più vaccinazioni, test e cure. Harriet Ramgai ha anche chiesto “misure volte a ridurre il consumo di alcol tra la popolazione e limitare l’ulteriore prevalenza di diabete e obesità”.