Dicembre 9, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

L’industria della carta igienica soffocata dall’aumento dei costi del gas

L’aumento dei costi energetici e di approvvigionamento pesa sull’industria della carta per il commercio alimentare attraverso il Reno. Tanto che Hakle, storico produttore di carta igienica, ha dovuto cessare l’attività.

Il produttore tedesco di carta igienica Hakle è fallito. La società con sede a Dusseldorf ha già dichiarato bancarotta lo specchio 6 settembre. In questione, il “drammatico aumento dei costi di approvvigionamento di materiali ed energia” e l’aumento dei costi di trasporto. Il Direttore della Federazione delle Industrie Cartarie, Gregor Geiger, commenta una domanda di Pubblicazione.

La produzione di carta igienica e asciugamani di carta richiede una grande quantità di energia, che viene utilizzata soprattutto per l’essiccazione della pasta di carta, il che rende l’industria fortemente dipendente dal gas. Tuttavia, la Germania ha visto un aumento dei suoi prezzi negli ultimi mesi. “L’intera industria della carta è sottoposta a un’enorme pressione sui costi”, ha confermato Gregor Geiger al quotidiano tedesco. Un costo aggiuntivo che deve essere compensato da un aumento dei prezzi per non pregiudicare la solvibilità delle imprese.

richiesta dinamica

Spinto da un settore con una domanda dinamica, il produttore di carta igienica non ha mostrato scarsi risultati. Nel 2020 Hakle ha realizzato un utile di 650mila euro nel 2020 per un fatturato di 80 milioni. Secondo la società di ricerche di mercato GfK, le vendite nel settore della carta alimentare al dettaglio, che comprende tovaglioli, carta igienica e asciugamani di carta, a giugno sono state significativamente superiori rispetto alle vendite dell’anno precedente. Dietro le veline (36,2%), le vendite di carta igienica sono aumentate del 27,8%.

Ma il produttore di Düsseldorf non è stato in grado di trasferire questi aumenti di costo sui suoi prezzi di vendita. Gregor Andreas Geiger ha sottolineato che “i negoziati con la distribuzione non sono mai stati così difficili” Pubblicazione.

READ  Aggiornamento sulle modifiche alle raccomandazioni a Parigi: Kering, FDJ

Rischi di fallimento e penuria

Le difficoltà legate al costo dell’energia e dell’approvvigionamento comportano il rischio di carenze in questo settore a lungo termine. “Se i prezzi continuano a salire, non saremo presto in grado di garantire l’approvvigionamento”, ha avvertito Martin Kringle, vicepresidente dell’Associazione professionale in Columns. Pubblicazione.

Per quanto riguarda i fallimenti, potrebbero moltiplicarsi nei prossimi mesi attraverso il Reno. E i produttori di carta igienica non sono gli unici alle prese con l’aumento dei costi di produzione. Anche i panifici, che consumano molta energia, faticano a pagare le bollette. “La scomparsa dei fornai continuerà”, ha previsto Armin Juncker, presidente della German Bakers Association (VDG). Pubblicazione.

Il numero di fallimenti, tutti i settori messi insieme, è già aumentato del 26% ad agosto rispetto all’anno precedente, secondo l’Istituto Leibniz per la ricerca economica (IWH), che ha raccolto i suoi dati. Spiegel. L’aumento dovrebbe accelerare in autunno. Secondo la stessa fonte, il loro numero potrebbe aumentare di circa un terzo il prossimo ottobre, rispetto a ottobre 2021.