Settembre 24, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Leggero rialzo all’orizzonte per i titoli in Europa – 25/08/2022 alle 09:04

Lieve aumento dell'offerta di azioni europee

Lieve aumento dell’offerta di azioni europee

di Laetitia Volga

PARIGI (Reuters) – Giovedì è previsto un rialzo delle principali borse europee, in attesa dell’apertura del simposio dei banchieri centrali a Jackson Hole, negli Stati Uniti, sulla scia dell’incertezza su tassi di interesse in aumento, inflazione e crescita globale. .

I futures danno un aumento dello 0,41% per il CAC 40 parigino, dello 0,8% per il Dax di Francoforte, dello 0,61% per il FTSE di Londra e dello 0,65% per l’EuroStoxx 50.

Il tradizionale incontro di fine estate, l’incontro dei banchieri centrali a Jackson Hole, che inizierà giovedì, potrebbe aiutare a dare una direzione al mercato.

L’intervento di venerdì del presidente della Federal Reserve Jerome Powell è l’evento più significativo poiché gli investitori temono che la banca centrale statunitense manterrà il ritmo di aumento dei tassi di interesse dopo una serie di dichiarazioni che molti dei suoi funzionari hanno considerato restrittive negli ultimi giorni.

Secondo il misuratore Fedwatch, i mercati stimano una probabilità del 58,5% di un altro aumento del tasso di 75 punti base al mese, contro il 41,5% per un aumento di mezzo punto.

Nel frattempo, il ciclo attiverà diversi indicatori economici, come l’indice del clima imprenditoriale tedesco per agosto e la seconda stima del PIL statunitense nel secondo trimestre.

L’economia tedesca è cresciuta dello 0,1% nel secondo trimestre, mentre il consenso di Reuters prevedeva una recessione, come mostrano i dati dettagliati sul PIL pubblicati da Destatis.

Gli osservatori seguiranno il rilascio del verbale della riunione di luglio della Banca centrale europea alle 11:30 GMT.

Wall Street

READ  Malgré l'embargo américain, le pétrole chute fortement

La Borsa di New York ha chiuso mercoledì, trainata dai guadagni di energia e azioni Intuit (+3,6%), dopo aver registrato buoni risultati, mentre gli investitori attendevano l’apertura del simposio annuale della Federal Reserve.

Il Dow Jones è salito dello 0,18% a 32.969,23 punti, il più ampio indice S&P-500 è aumentato dello 0,29% a 4.140,77 punti e il Nasdaq Composite è salito dello 0,41% a 12431,53 punti.

Gli 11 indici settoriali dell’S&P 500, guidati dal settore energetico, sono aumentati dell’1,2%, davanti al settore immobiliare (+0,71%).

Il produttore di motociclette Peloton è balzato del 20,35% dopo aver annunciato che stava vendendo i suoi prodotti su Amazon, mentre il gruppo di grandi magazzini Nordstrom è crollato del 19,96% dopo aver ridotto le entrate annuali e le previsioni di profitto.

I futures puntano a un aumento dello 0,75% allo 0,9%.

In Asia

Dopo cinque sedute consecutive in rosso, il Nikkei di Tokyo ha guadagnato lo 0,58%, spinto dall’aumento dei titoli farmaceutici, come Daiichi Sanky (+4,6%).

In Cina, i titoli si muovono in ordine misto nonostante i nuovi segnali di sostegno da parte del governo, in particolare a favore del mercato del lavoro.

L’indice CSI 300 delle grandi società della Cina continentale ha perso lo 0,11% e l’indice Shanghai SSE Composite è salito dello 0,14%.

Prezzi / scambi

Il rendimento del Treasury a 10 anni è rimasto pressoché invariato nel commercio asiatico, intorno al 3,1%. Il suo equivalente tedesco guadagna circa 2 punti base nelle prime contrattazioni, all’1,373%.

Sul mercato dei cambi, il dollaro ha guadagnato lo 0,51% rispetto a un paniere di valute di riferimento dopo aver infranto martedì un picco di quasi vent’anni.

READ  Commenta con diritto di veto

L’euro ne ha approfittato, salendo dello 0,49% e tornando appena al di sopra della parità con la valuta statunitense a $ 1,0014.

olio

I prezzi del petrolio sono in aumento poiché l’Arabia Saudita ha suggerito all’inizio di questa settimana che l’OPEC potrebbe prendere in considerazione la possibilità di tagliare la produzione.

Ma più fonti hanno affermato che qualsiasi taglio da parte dell’organizzazione e dei suoi alleati coinciderebbe probabilmente con il ritorno delle forniture iraniane sul mercato se l’accordo nucleare del 2015 fosse ripreso.

I prezzi hanno anche sostenuto la chiusura di alcuni impianti della raffineria BP a Whiting, nell’Indiana, dopo lo scoppio di un incendio elettrico. Questa raffineria da 430.000 barili al giorno è un importante fornitore di carburante per l’hub statunitense e Chicago.

Il greggio Brent è aumentato dello 0,78% a $ 102,01 al barile e il light crude statunitense (West Texas Intermediate, West Texas Intermediate) dello 0,65% a $ 95,51.

(Laetitia Volga; Montaggio di Tangy Salon e Kate Enteringer)