Gennaio 20, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Le sanzioni al Mali dividono il Consiglio di sicurezza dell’Onu

Pubblicato in:

Martedì 11 gennaio il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ha esaminato la situazione in Mali e durante l’incontro i membri del Consiglio delle Nazioni Unite si sono presentati divisi sulla questione.

Durante l’incontro, il rappresentante delle Nazioni Unite in Mali ha informato il Consiglio di sicurezza e ha ricordato ai 15 membri le circostanze in cui ciò è avvenuto Conferenza Nazionale per il Ristabilimento E le sue conclusioni, l’annuncio da parte delle autorità di transizione di rinviare le elezioni presidenziali a fine 2026, Reazione dell’ECOWAS e sanzioni annunciate.

Per lui, l’organizzazione continuerà a collaborare con le autorità finanziarie, la Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale e l’Unione africana per sbloccare la situazione. dopo ogni cosa,” Il supporto alla transizione è una buona parte della Prefettura di Minusma ‘, lui ricorda.

Gli ulteriori 1.000 caschi blu approvati da Bamako dovrebbero consentire alla forza una maggiore flessibilità. ma molto l’ONI membri del Consiglio si sono anche lamentati del deterioramento del clima di sicurezza in Mali, ricordando i 28 caschi blu caduti nel 2021, secondo il nostro corrispondente a New York, Carrie Notton.

Durante questo incontro, gli ambasciatori del Consiglio hanno ascoltato una presentazione del giovane attivista della società civile maliana Adam Decaux, poi tutti hanno avuto l’opportunità di parlare. Francia, Gran Bretagna e Stati Uniti hanno rifiutato un periodo di transizione di 5 anni in Mali e hanno appoggiato le sanzioni annunciate dalla Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale.

Il Mali si trova solo di fronte a tutti questi terroristi.

Da parte loro, Russia e Cina hanno chiesto di non interferire in Mali. A denunciare gli annunci anche il rappresentante di Bamako, in linea con la dichiarazione del Presidente della Transizione, Asimi Guetta “Illegale e illegale » Dalla Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale.

READ  Sono state trovate almeno nove persone

In merito alle severe sanzioni imposte dalla Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale, il delegato russo, Vasily Nebenzia, ha annunciato che “Sarebbe irresponsabile nelle attuali circostanze lasciare questo Paese al suo destino, soprattutto per quanto riguarda la riduzione degli aiuti militari, sociali ed economici a questo Paese”. L’imposizione di sanzioni a questo Paese, che sta già affrontando molte difficoltà, potrebbe ulteriormente deteriorare la situazione della popolazione civile ».

Ha anche risposto alle polemiche circostanti La presenza di mercenari dal suo paese in Mali. « Sullo sfondo del cambiamento inaspettato della presenza francese (in Mali), soprattutto con la chiusura di così tante basi, il Mali si trova solo di fronte a tutti questi terroristi e, a questo proposito, riteniamo che i maliani abbiano tutto il diritto di cooperare con altri partner disposti a collaborare con questo. Sicurezza Dichiarò, dicendo che ” I paesi occidentali vogliono monopolizzare la fornitura di servizi In Mali.

L’Ambasciatore del Gabon, intervenuto a lungo a nome dei tre Paesi africani, ha invitato l’intera comunità internazionale a sostenere la posizione dell’ECOWAS, ma il Consiglio, che ha concluso la sua riunione mercoledì sera, non ha rilasciato una dichiarazione congiunta.

La Francia e l’Unione Europea sostengono le sanzioni dell’Africa occidentale contro la giunta

Il presidente francese ha manifestato il sostegno della Francia alla Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale e all’Unione economica e monetaria dell’Africa occidentale nel corso di una conferenza stampa tenutasi all’Eliseo con il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel. Giovedì e venerdì i ministri degli Esteri dell’Unione europea discuteranno del sostegno della Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale nel suo nuovo confronto con la giunta militare in Mali.

READ  Kim Kardashian difende il camionista condannato a 110 anni di carcere dopo l'incidente

L’Unione economica e monetaria dell’Africa occidentale e la Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale hanno assunto una posizione molto chiara e ferma, imponendo sanzioni senza precedenti a un paese della regione, il che rappresenta una forte condanna delle violazioni della giunta. Sosteniamo questa posizione di UEMOA ed ECOWAS. Entro la fine del mese ci sarà una riunione formale dei nostri ministri affinché l’Unione Europea e tutti i Paesi che la compongono possano allegare questa decisione alle sanzioni. Siamo completamente solidali con la regione e con la posizione coraggiosa e chiara che è stata avanzata domenica.

Il presidente francese Emmanuel Macron in conferenza stampa

Inoltre, Jean-Yves Le Drian, capo della diplomazia francese, arrestato in Assemblea nazionale ha dichiarato: “ Spetta ai funzionari del consiglio militare assumersi le proprie responsabilità e uscire dalla linea dura in cui si trovano ‘, prima di aggiungerlo’ L’Unione europea sostiene le decisioni e spero che il Consiglio militare capirà la nostra determinazione ».