Luglio 18, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

L’azienda di raccolta dei coperchi di plastica è allo sbando

L’azienda di raccolta dei coperchi di plastica è allo sbando

Ormai è diventato un impegno e non a tutti piace. Da mercoledì 3 luglio 2024 i tappi delle bottiglie di plastica dovranno essere legati, come già avviene per alcuni marchi. L’obiettivo di questa azione, che ha introdotto Direttiva Europea 2019, è evitare di disperdere il sughero in natura in modo da poterlo riciclare. L’obbligo riguarda anche i mattoni di volume inferiore a tre litri. Si chiamano “cappelli della solidarietà”.

Leggi anche: Può provocare allucinazioni: le tisane sono richiamate in tutta la Francia

Ma questa procedura è fastidiosa. Guy Markelli, presidente dell’associazione Adoro il sugheroSi sente dimenticato. “C’è il rischio che l’associazione muoia”.. Dal 2005, la loro missione è raccogliere i tappi delle bottiglie per evitare che raggiungano la natura e riciclarli. Il reddito generato consente poi l’acquisto di attrezzature per persone con disabilità.

Appello ai consumatori

“Dobbiamo strapparli. Non è complicato, prendi un paio di forbici o qualcosa del genere, ma strappali e darceli!” Jay Markelli dice di essere stato contattato telefonicamente. Dall’avvento dei tappi Solidarity, il presidente stima la perdita delle donazioni di tappi al 35%. “Incontro persone che mi dicono che non ci pensano più a causa di questi ingorghi”.Il Presidente se ne rammarica.

Secondo lui, “Il giorno in cui non ci saranno più ingorghi, non ci sarà più assistenza per le persone con disabilità”.. L’associazione miete “300.000 euro di donazioni all’anno alle associazioni partner”soprattutto nel campo degli sport per disabili, spiega Guy Markelli.

Impatto ambientale limitato

Ma il problema dell’inquinamento da plastica è ancora lontano dall’essere risolto. “Il grosso problema” Utilizziamo ancora un numero enorme di bottiglie di plastica, ha affermato Marine Bonavita, direttrice del progetto della ONG Zero Waste France, in Informazioni sulla Francia .

Leggi anche: 70.000 associazioni, 700.000 iscritti: circa un bretone su due fa volontariato

READ  Nizza incidente A380: problema all'ala scoperto dopo l'atterraggio punta su Emirates

“Utilizziamo 140 bottiglie pro capite all’anno, che rappresentano più di 15 miliardi di bottiglie di plastica all’anno”.Dice.

La vera sfida che la ONG si trova ad affrontare è l’attuazione della Legge Anti-Rifiuti del 2020 che prevede di dimezzare il numero di bottiglie di plastica in vendita entro il 2030, come sostengono i nostri colleghi di Reporter . “Per combattere davvero l’inquinamento da plastica, dobbiamo fare pressione sui produttori”.Il giudice Marino Bonavita.