Agosto 19, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

L’ambiente tossico di Bungie, il direttore delle risorse umane si dimette | Xbox One

La settimana sta finendo male per Bungie. Un sondaggio condotto dai nostri colleghi diIGN Rivela che lo studio è dietro la licenza destino Sono la fonte dell’ambiente tossico, ma la preoccupazione principale è la ricerca per cambiare le cose.

Suggerimenti che macchiano

Ubisoft e i loro NFT, Activision E il suo consiglio di amministrazione irrita i suoi dipendenti… Ultimamente, l’industria dei videogiochi sta attraversando una vasta area di turbolenze e non è difficile dirlo.

A peggiorare le cose, anche Bungie è invitata alla festa con le sue questioni più delicate potenzialmente dannose per l’immagine dell’azienda. Abbiamo già appreso che lo studio è stato indagato diversi giorni fa, dopo che sono emerse accuse di cultura aziendale tossica.

Così l’ente è accusato di pregiudizio sessista nei confronti delle sue dipendenti donne, mentre le loro controparti maschili beneficiano del tipo di protezione garantito dai responsabili delle risorse umane. A questo si aggiunge anche una crisi, e ben 26 testimoni che vogliono rimanere anonimi insistono sul fatto che l’azienda non è grande quanto renderla visibile al grande pubblico.

Questi risultati sono il risultato di un’indagine durata diversi mesi dai nostri colleghi di IGN.

Le loro indagini hanno anche fatto luce su molte storie di subdoli abusi, o sulla difficoltà che le donne hanno nel far sentire la propria voce durante gli incontri di gruppo. Molti dipendenti hanno spesso cercato di allertare la direzione su tutti questi comportamenti, ma le loro numerose lamentele spesso rimangono senza risposta.

Una situazione difficile da gestire almeno per Bungie, che voleva diventare un riformatore all’interno della sua forza lavoro dopo aver scoperto il caso Activision. L’ha presa molto male. Ciò che è stato recentemente rivelato ha costretto Gael de Hondt a prendere una decisione drastica.

READ  Recensione Philips Essential Airfryer Compact HD9252: la friggitrice senza olio per le piccole occasioni

La signora che da 14 anni era responsabile delle risorse umane ha deciso di dimettersi immediatamente come ha annunciato in una mail interna dove spiegava di essere stata lei stessa vittima di abusi da parte di un dipendente che ha preferito tacere. Il nome, dove è stato restituito qualche tempo dopo l’incidente:

Ho fatto tutto ciò che era in mio potere per garantire che tutti coloro che lavorano in Bungie godano di un ambiente di lavoro sicuro, accogliente e di supporto. Sono orgoglioso del lavoro che ho svolto per questa azienda. Credo di aver formulato raccomandazioni che sono nell’interesse dei nostri dipendenti e servono l’azienda che vogliamo diventare.

Credo anche che abbiamo commesso degli errori e che per diventare la migliore versione di noi stessi dobbiamo riconoscerli e affrontarli, senza paura e con chiarezza, per diventare l’azienda che possiamo essere e ciò che è più sofisticato insieme.

Il capo di Bungie si scusa e dice che sta facendo del suo meglio per migliorare le cose

Lungi dal negare le accuse contro di lui, il CEO di Bungie Pete Parsons prende personalmente queste dichiarazioni, ma sottolinea che l’azienda sta lentamente ma inesorabilmente migliorando nel tempo:

Siamo consapevoli che queste azioni, o in alcuni casi la nostra inazione, hanno fatto soffrire queste persone.

Nell’accertare i fatti, è importante chiarire che nessuna denuncia formale è stata presentata contro lo studio al momento della stesura di questo documento. Il futuro ci dirà se le cose cambieranno.