Dicembre 1, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

La scienza è senza dubbio la soluzione, ma la sua immaginazione è in crisi

Inserito il 7 ottobre 2022




un
+

Alan Aspect, vincitore del Premio Nobel per la Fisica 2022 martedì, è arrabbiato.

lui è immobiliare Attraverso la diffusione della cospirazione tra la popolazione, anche tra la comunità scientifica. Interrogato sulla Francia Inter, il fisico ha espresso la sua preoccupazione e ha sottolineato rivolgendosi ai giovani:

« La scienza non è nemica dei problemi di oggi […] La scienza è la risposta. Impegnati nella scienza con l’obiettivo di risolvere quei problemi che ti interessano. »

“La conoscenza è la risposta”

Per lui è chiaro che alla Francia non mancano i talenti, ma le risorse dedicate alla ricerca.

Il Associazione sportiva francese Inserito il 4 ottobre a Relazione Sulla riforma della scuola secondaria di secondo grado, e più precisamente sul numero di studenti di scienze nell’ultimo anno dalla riforma. Il rapporto si concentra su un confronto tra studenti maschi e femmine, ma anche senza tenere conto di questa distinzione, la conclusione dello studio è chiara: i giovani stanno perdendo interesse per la scienza.

Infatti, dal 2019 al 2021, il numeroSi svegliò scientificoprossimo 6 o più ore di matematica È diminuito del 37% per i ragazzi e del 61% per le ragazze. IlLa formazione intensiva di matematica è diminuita dell’1% per i ragazzi e del 25% per le ragazze.

Chi sono gli autori?

Il crollo dell’educazione civica fa la sua parte, ovviamente, nella mancanza di interesse dei giovani per la scienza. Emmanuel Macron vuole cambiare la scuola ma fatica ad attuare riforme che siano davvero efficaci, non solo soluzioni superficiali.

READ  Mary Kay continua il suo impegno per la scienza della pelle

Tuttavia, ci sono soluzioni.

Nelly J ce lo ricorda regolarmente nelle nostre rubriche:

« Bisogna avere il coraggio di aggredire il cuore del target e la voglia di fare dell’innovazione un principio organizzativo piuttosto che un fronzolo. […] È necessario innescare una trasformazione strutturale verso l’alto nei curricoli formali dell’istruzione primaria e secondaria, in particolare nelle scienze, attraverso lo sviluppo di capacità di innovazione e il coinvolgimento diretto delle imprese nei curricoli formali delle scienze. »

Al declino dell’educazione civica si aggiunge l’estensione della trama attraverso i social network. Ci sono molti esempi, che si tratti della crisi sanitaria, del riscaldamento globale, della guerra in Ucraina. È possibile che ogni argomento di attualità sia oggetto di teorie del complotto alquanto sciocche.

La catastrofe circostante presenta l’attività scientifica in una luce particolarmente preoccupante. Abbiamo vissuto ansia per la salute, ansia per il clima, scarsità di ansia… Ogni giorno nei media vendiamo una visione particolarmente negativa, cupa e pessimistica della vita e dei problemi che la ricerca si propone di risolvere.

Instillare la paura rende più facile promuovere un’agenda ideologica. secondo Lo psicologo Tom Stafford, gli esseri umani hanno sviluppato la tendenza a rispondere rapidamente a potenziali minacce. L’instaurazione di una cultura della paura porta al disprezzo di argomentazioni razionali e scientifiche.

La sola crisi sanitaria ha avuto un impatto significativo sulla percezione della scienza tra gli individui. Quindi, in nome della scienza e della ragione, abbiamo venduto mascherine, reclusione, restrizioni, divieti e sanzioni. Sfruttando la retorica scientifica, abbiamo rinchiuso le persone nelle loro case, fatto fallire le aziende e creato una crisi economica. Alla fine ci è stato venduto un progetto di prigione pubblica invece del paradiso promesso del progresso tecnologico e dell’innovazione.

READ  Terra primordiale: testimoni di resti sepolti vicino al nucleo

Dovremmo smettere di usare la scienza

La scienza non eccita più folle e giovani, e meno interessa agli attori della vita di domani. Oggi stiamo attraversando una crisi della fantascienza, che sta minando la comprensione dei veri benefici della scienza e progresso È innegabile dall’umanità. Il progresso tecnologico e l’innovazione oggi consentono sviluppi a volte sorprendenti fino a pochi anni fa, in tutti i settori che ci circondano.

Che si tratti di ricerca sanitaria, della tecnologia che tieni nelle tue mani e utilizzi ogni giorno, dell’impatto dell’innovazione sul mercato e dell’economia, o delle soluzioni che la tecnologia può offrire al clima, la risposta è la scienza, come giustamente sottolinea Alan Aspect. .

Per risolvere questa crisi della fantascienza, bisogna fare di tutto per evitare l’uso della scienza come strumento da parte dello Stato per aumentare il suo potere sulla società. Il suo ruolo e la sua importanza devono essere restituiti alla scienza, per attirare i giovani in questo settore attraverso l’istruzione e non per immergersi nel percorso dell’ideologia politica. La scienza e l’innovazione sono la chiave per una società prospera e in crescita, devono servire il progresso e la prosperità umana, non il controllo sociale e la pianificazione politica.