Maggio 22, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

La Russia si aspetta una risposta degli Stati Uniti alle richieste “la prossima settimana”

I vertici della diplomazia americana e russa si sono incontrati venerdì 21 gennaio a Ginevra, alla ricerca di una soluzione per l’Ucraina, le cui porte sono sospese sull’esercito russo, ignorando gli avvertimenti occidentali. L’incontro tra Sergei Lavrov e Anthony Blinken è avvenuto a fine mattinata al Palazzo di Ginevra.

“Abbiamo deciso di fornire risposte scritte la prossima settimana alle nostre proposte”, Il capo della diplomazia russa ha detto, sottolineando che lui e il Segretario di Stato americano lo erano “Concordate sulla necessità di un dialogo ragionevole” in modo da “La passione cade”.

Dopodiché, i due uomini decisero “Nuovo contatto in [leur] livello”, giudizio “Il bambino prematuro” Nuovo vertice tra i presidenti Vladimir Putin e Joe Biden. “Non so se siamo sulla strada giusta, saprò quando avremo una risposta”, disse ancora il signor Lavrov.

Leggi anche Questo articolo è riservato ai nostri iscritti Crisi in Ucraina: nelle trattative tra Russia e Stati Uniti, Macron sta cercando di fare la voce dell’Europa

Poi ha detto che la Russia no “Il popolo ucraino non ha mai, mai, da nessuna parte minacciato”, Prima di denunciare nuovamente il potere ucraino esistente «Rosofobia» Criticare l’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO) per averla considerata l’Ucraina Appartenente alla sua sfera di influenza.

Il signor Blinken ha affermato di aver chiesto alla sua controparte di fornire prove che la Russia non voleva invadere l’Ucraina. Gli Stati Uniti risponderanno “Per l’aggressione della Russia, anche se non militare”, Lo ha detto il segretario di Stato americano. Nella sua dichiarazione iniziale, ha detto Ha sottolineato che gli Stati Uniti continuano a cercare una soluzione diplomatica alla crisi e ha anche promesso di rispondere “Uniti, veloci e feroci” In caso di invasione dell’Ucraina. Il signor Lavrov ha detto che è pronto ad ascoltare Contro-suggerimenti, se presenti.

ascolta anche tu Dovremmo temere un’invasione russa dell’Ucraina?

READ  Covid-19: la variante Delta riduce del 40% l'efficacia dei vaccini contro la trasmissione del virus

La Russia chiede il ritiro delle forze Nato

Meno di venti minuti prima dell’inizio della riunione, la Russia ha annunciato da Mosca che voleva che le forze straniere della NATO si ritirassero dalla Romania e dalla Bulgaria in base a un trattato che chiedeva di porre fine alla crisi in Ucraina.

“Una tale richiesta è inammissibile e non può far parte degli argomenti di negoziazione”, Il ministero degli Affari esteri rumeno ha risposto in una nota. Rafforzare la presenza militare della NATO sulla facciata sudorientale dell’Europa “Si tratta di una reazione puramente difensiva al comportamento sempre più aggressivo della Russia”. Nella zona, ha detto Bucarest. e questo è “Nonostante i tentativi della NATO di impegnarsi in un dialogo costruttivo”.

L’intelligence militare ucraina ha accusato Mosca di continuare Per migliorare le capacità di combattimento. Separatisti filo-russi nell’Ucraina orientale con carri armati, sistemi di artiglieria e munizioni, tra le altre cose.

Il signor Blinken è arrivato sulle rive del Lago di Ginevra dopo un breve giro. Si recò prima a Kiev per assicurare all’Ucraina il sostegno occidentale, e poi a Berlino, dove incontrò rappresentanti tedeschi, francesi e britannici per riaffermare la solidità del fronte alleato.

Il cancelliere tedesco Olaf Schultz e il primo ministro britannico Boris Johnson hanno ribadito le minacce statunitensi di ritorsioni avvertendo la Russia che deve anticipare i costi. “grande e pericoloso” In caso di aggressione militare da parte dell’Ucraina.

Leggi anche Joe Biden in difficoltà dopo i vaghi commenti sull’Ucraina

“Fai cambiare tono agli americani”

Sempre Wendy Sherman, il secondo in comando del Dipartimento di Stato cinguettare La notte in cui arrivarono l’America e i suoi alleati, ma ” Finora [leurs] Gesti di buona volontà [avaient] respinto”.

Il suo omologo russo, Sergei Ryabkov, lo ha detto ai giornalisti presenti nella sala conferenze in inglese La Russia non ce l’ha[vait] Non abbiate paura di nessuno, nemmeno degli Stati Uniti”.Quando un giornalista gli ha chiesto di cosa avesse paura la Russia.

READ  Washington annonce de nouvelles sanzioni contro la Russia

“Il tentativo americano di aumentare le tensioni ieri e l’altro ieri non crea l’atmosfera necessaria”. Per le conversazioni, disse, questa volta in russo. E per aggiungere: Cercheremo di cambiare il tono degli americani, di esortarli ad agire sulla nostra agenda, sulle garanzie di sicurezza. »

Leggi anche Affrontando la Russia riprende il comando

Questo incontro è l’ultima occasione per un intenso balletto diplomatico iniziato con i colloqui tra i presidenti Vladimir Putin e Joe Biden a dicembre. Per Washington, cresce la prospettiva di un’incursione militare russa in Ucraina, con decine di migliaia di truppe schierate per settimane al confine russo-ucraino.

Il Cremlino nega qualsiasi fomentazione della guerra, ma sancisce la non escalation dei trattati che assicurano la non espansione della NATO, e il ritiro de facto di quest’ultima nell’Europa orientale. Condizione inaccettabile per gli occidentali.

Il mondo con AFP