Gennaio 24, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

La crisi della forza lavoro era prevedibile? vero


Questo articolo fa parte di una rubrica rilevatore di vociClicca qui per altri testi.


Fatti da ricordare

La crisi della forza lavoro è attesa da tempo
L’epidemia può avere un ruolo, ma è difficile da misurare
Le cause profonde della crisi sono note, ma non in ogni sua parte

da ottobre 1998Il lavoro di ricerca per conto di Development and Human Resources Canada ha previsto una carenza di manodopera qualificata nel paese durante gli anni ’20.

Nel 2004, il Quebec Council for Science and Technology E lei, a sua volta, ha pubblicato la sua opinione sull’imminente carenza di lavoratori qualificatiSoprattutto nelle scienze pure, applicate e della salute. E l’avviso era accompagnato da un’avvertenza: questa carenza potrebbe essere generalizzata a tutte le categorie occupazionali in azienda.

Esther Létourneau e Normand Thibeault, dell’Istituto di statistica del Quebec (ISQ), menzionato nel 2005 Un calo irreversibile della popolazione in età lavorativa del Quebec (20-64 anni) entro la fine del 2010.

Questi ricercatori hanno ripetuto lo stesso anno con i numeri su Diminuzione del numero di persone in età lavorativa, regione per regione, fino al 2026, anche se alcune regioni registreranno una crescita demografica sostenibile.

Anche il rapporto INRS risale al 2005 Fa il giro di vari studi scientifici sulla temuta carenza di manodopera. Troviamo le solite preoccupazioni: aumento della coorte di 65 anni e più, diminuzione della popolazione attiva, natalità al di sotto della soglia del ricambio generazionale, immigrazione e attività femminile insufficienti, carenze crescenti in alcune regioni, pensionamento. correndo.

Nello stesso anno, la Commissione Nazionale sulla Partecipazione al Mercato del Lavoro per i Lavoratori con esperienza di 55 anni e più dedurre che La popolazione in età lavorativa del Quebec diminuirà entro il 2030, poiché la popolazione del Quebec sta invecchiando più rapidamente di Italia, Spagna, Francia o Svezia, e il declino della popolazione in età lavorativa inizierà nel … 2013. Concretamente, secondo Questo rapporto, il Quebec si sposterà entro 20 anni da uno stato in eccedenza a una generale carenza di manodopera, trainata in particolare dalla continua crescita economica. Tutte queste aspettative si sono avverate.

READ  Regno Unito. Le malattie sessualmente trasmissibili note come "mangiare carne" preoccupano i medici

Inoltre, più anni passavano, più ricercatori credevano che questa carenza non sarebbe stata limitata a lavori qualificati, ma sarebbe stata generalizzata. Queste preoccupazioni sono specificamente menzionate nell’edizioneAutunno 2016 Quaderni demografici del Quebec da diversi autori.

“Abbiamo anticipato le tensioni del mercato del lavoro per molto tempo e il governo ha notato il problema”, afferma Frédéric Fleury-Payeur, ricercatore demografico presso l’Istituto di statistica del Quebec. “Abbiamo un indicatore di sostituzione della forza lavoro che ci ha permesso di prevedere, per molto tempo, un picco dal 2020 nello squilibrio tra domanda e offerta nel mercato del lavoro”.

Difficoltà nella previsione

Tuttavia, quando si tratta del mercato del lavoro, la previsione non è facile. Non è possibile prevedere diversi fattori a medio e lungo termine, come l’immigrazione o il pensionamento dei lavoratori più anziani. Alcuni ricercatori trovano distorsioni nei modelli demografici. Ad esempio, nel corso degli anni, molti studi non hanno isolato donne e uomini. Tuttavia, l’ampio accesso delle donne al mercato del lavoro, a partire dagli anni ’70, incide sul tasso di attività. Inoltre, queste donne oggi guadagnano un vero stipendio, e non un reddito aggiuntivo ai coniugi, come ai vecchi tempi.

Alcuni programmi sociali in Quebec, come l’assicurazione parentale, che è più generosa che in altre province e che mantiene un legame con il lavoro nonostante il congedo di maternità o paternità, o quelli degli asili nido da $7, e il tasso di attività delle donne, specialmente quelle che avere bambini. Dal 1998 al 2014, il tasso di attività delle madri con bambini piccoli è aumentato del 4% altrove in Canada e…13 punti in Quebec.

READ  Mangiare funghi per ridurre il rischio di depressione

Altri parametri che hanno un impatto positivo o negativo sul mercato del lavoro: il baby boom a metà degli anni 2000, la maggiore integrazione delle donne immigrate e nazionali nel mercato del lavoro negli ultimi anni, quote di immigrazione inferiori dal 2019 e arrivi di rifugiati fino al pandemia (in particolare attraverso Roxham Road), il significativo aumento degli studenti stranieri post-secondari e il basso tasso di attività dei pensionati grazie a pensioni relativamente pubbliche e private.

Inoltre, alcuni ricercatori lamentano la mancanza di indicatori affidabili dell’età media di pensionamento, il che complica ulteriormente le aspettative.

Non c’è da stupirsi che il margine di errore a volte sia così ampio. Previsioni ISQ Pubblicato nel 2010 mostra un gap da -87.000 lavoratori a -435.000 a partire dal 2020, secondo diversi scenari.

Pierre-Carl Michaud, professore presso il Dipartimento di Economia dell’HEC, osserva che “l’attuale carenza è spiegata da cause classiche, come l’invecchiamento, i cicli economici e i cambiamenti del mercato del lavoro, che creano sistematicamente problemi di scarsità”. Cattedra di ricerca sugli effetti sociali ed economici dell’invecchiamento. Tutti conoscono le cause dell’attuale crisi, ma non necessariamente le rispettive azioni. “

situazione attuale

Entro il 2028 dovranno essere occupati più di 1,4 milioni di posti di lavoro, Secondo Victor Pechet, professore emerito presso il Dipartimento di Demografia dell’Università di Montreal, presentando i dati dell’Immigration Summit tenutosi a Quebec City in ottobre.

“Di solito, a seconda dei cicli economici, i problemi aziendali si risolvono da soli”, continua Michaud. Non c’è niente che il governo possa fare se non mettere in atto politiche che mantengano i lavoratori più anziani nella forza lavoro. Ci sono stati atti di bilanciamento nel mercato del lavoro e la pandemia ha mischiato le carte. “

READ  No, le persone non vaccinate non sono soddisfatte della rianimazione

Dovremmo aggiungere che durante la pandemia, fattori indipendenti dalla demografia hanno aumentato la pressione sul mercato del lavoro, come chiusure e riaperture dovute a restrizioni sanitarie, sussidi salariali e benefici di emergenza in Canada. tasso di occupazione giovanile), l’immigrazione oi lavoratori temporanei è in calo… ma il loro impatto reale è ancora da vedere.

Foto: Andrii Yalanskyi / Dreamstime