Dicembre 6, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Jorge Desio, vice allenatore OM: “Non sottovalutiamo mai le partite”

Venerdì alla Commenda, è stato il suo fedele vice, Jorge Desio, a comparire davanti alla stampa al posto di Jorge Sampaoli, ostacolato da una situazione personale inaspettata. Desio, che collabora con Sampaoli dai primi anni ’90, è senza dubbio il posto migliore per parlare in sua assenza, ed è anche quello che siederà in panchina, questa domenica contro il Metz (13:00), perché il tecnico del Marsiglia . sono sospesi.

“Cosa ne pensi della partita della tua squadra contro la Lazio (2-2, giovedì)?
Abbiamo visto una squadra che non si è mai arresa. Speravamo tutti di vincere questa partita, è vero, ma ci lascia comunque con un sapore divertente, perché il gioco che la squadra ha proposto è in linea con quello che vogliamo mettere in campo.

Si giocherà alle 13 di domenica. Questo cambia qualcosa per i giocatori?
No non penso. La cosa più importante è che non avremo molto tempo di recupero, dato che avremo meno di tre giorni. Questo può essere calcolato. Ma non è una scusa.

Com’è la banda?
stanno tutti bene. Inizialmente, a seconda del recupero, possiamo contare su tutti tranne che sulla squalifica di Kamara.

“I giocatori devono sempre immaginare una partita difficile e complicata, dove dobbiamo lottare, anche se ci fidiamo di noi”

Il Metz è una squadra difficile nel campionato francese. Come ti prepari per questa partita?
Tutto lo staff considera la L1 molto competitiva, con giocatori fisicamente forti in tutte le squadre e trasferimenti molto veloci. Tutte le squadre meritano rispetto. Non sottovalutiamo mai le dimensioni di una partita, i giocatori devono sempre immaginare una partita difficile e complessa, dove dovremo lottare, anche se ci fidiamo di noi.

Quale pensi sia il miglior lavoro per Gerson?
Lo conosciamo perché lo abbiamo visto in Brasile due stagioni. È un ottimo giocatore, può giocare in diverse posizioni al centro: può giocare da basso in doppia guardia o sopra vicino all’attaccante. È un giocatore molto tecnico, non c’è bisogno di dirlo, bisogna solo vedere cosa fa, soprattutto nella selezione.

Sei sorpreso dal livello attuale di Dimitri Payet e dalla sua capacità di ripetere le partite in alta qualità?
Nella nostra professione, raramente siamo sorpresi dai giocatori, ma lui, sì, non è lontano dal sorprendermi. È molto coinvolto nel progetto, gioca molte partite. È in un grande momento. “