Luglio 24, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Iniziative dal grosso budget in arrivo in Italia e Francia

Iniziative dal grosso budget in arrivo in Italia e Francia

Nonostante l’incertezza sul prossimo governo francese al potere, una cosa è certa in Europa: dopo il Covid, gli scudi tariffari e altri aiuti, il vecchio continente si prepara a riorganizzare le proprie finanze pubbliche. Periodo di inflazione. E questo avrà un impatto sulla crescita dell’Eurozona. Entro la fine di settembre, i sette Stati membri dell’UE con deficit pubblici elevati dovranno comunicare a Bruxelles come intendono ridurre il proprio debito. Ne fanno parte tre grandi economie: Francia, Italia e Polonia.

Anche con le nuove regole di bilancio europee meno rigorose che consentono il dialogo con la Commissione europea, gli sforzi da compiere sono fondamentali. Ulteriori obiettivi sono quelli di raggiungere un debito pubblico pari al 60% del Pil e un deficit pubblico inferiore al 3%. Ma le regole danno ai paesi più tempo per consolidare i conti pubblici, tra i quattro e i sette anni, a seconda dell’analisi della sostenibilità del loro debito pubblico.

Regole più flessibili

In uno studio del Bruegel Institute, un importante think tank economico di Bruxelles, ha calcolato che l’Italia è il Paese che ha più da provare: 1,08 punti di Pil all’anno in quattro anni. La Francia avrebbe quindi bisogno di trovare 0,94 punti di PIL ogni anno. L’equazione sembra molto complessa per entrambi i paesi.

“Se la Francia vuole ritornare ad un saldo primario di bilancio positivo, prima di pagare gli interessi sul debito, ciò consentirà di stabilizzare il debito pubblico, allora l’aggiustamento di bilancio da effettuare entro il 2027 è vicino a 4 punti di Pil, cioè un “In quattro anni saranno disponibili più di 100 miliardi di euro”, ha affermato l’Alleanza. Secondo il capo economista Ludovic Subran, “questo aggiustamento è quasi impossibile senza un aumento delle tasse”.

READ  Il suo compagno è stato condannato a sei mesi di carcere per precedenti violenze

Ma bisogna ricordare che “gli sforzi di François Hollande durante il quinquennio hanno comportato un aumento di due terzi dei contributi obbligatori. Ciò ha avuto un risultato infelice: shock finanziario e crescita molto bassa per molti anni consecutivi”, ha ricordato. Fino a quando il prossimo partito con la maggioranza nelle elezioni del 7 luglio non dirà che non vincerà le elezioni presidenziali del 2027, resta solo un passo, poiché il deterioramento dell’economia dovuto all’austerità rimane forte. Inoltre, a causa della mancanza di serietà dei piani per le elezioni legislative, il ministro delle finanze tedesco, il liberale Christian Lindner, ha messo in guardia giovedì: “Per i francesi potrebbe minacciare una tragedia di bilancio”, ha dichiarato.

Crescita limitata

In uno studio della primavera scorsa, gli economisti della Banca Centrale Europea hanno stimato che questa nuova austerità di bilancio ridurrebbe la crescita della zona euro di 0,4 punti del PIL nel 2024 e nel 2025. La crescita potenziale nell’Eurozona è prossima a 1. % annuo, l’impatto delle iniziative di bilancio promette di essere significativo. Lo ha previsto il capo economista di AXA Gilles Mock, sottolineando che la crescita rischia di essere colpita da “una politica monetaria restrittiva fino alla fine del 2025”.

“Tutti i paesi europei inizieranno a ridurre i loro deficit pubblici allo stesso tempo. Non sarà come il periodo di austerità di bilancio dei primi anni 2010, poiché il livello di impegno in molti paesi rimane basso. Ma se tutti gli Stati membri facessero la stessa cosa contemporaneamente, la situazione peggiorerebbe”, ritiene Jérôme Creel, economista dell’Ufficio francese della situazione economica (OFCE). “Soprattutto perché questo movimento richiede investimenti, nella transizione energetica, nella cura dell’invecchiamento della popolazione e nella sicurezza, non è mai stato così elevato e gli europei non hanno accettato di ricorrere a un debito comune”, continua l’economista.

READ  Patrizia, Bianca e Christian: Chi erano i tre amici travolti dall'alluvione, il cui abbraccio scosse l'Italia?

Altri sono più fiduciosi. Rory Fennessy di Oxford Economics insiste sul fatto che l’attuale ripresa dell’economia europea dipende principalmente dall’aumento dei salari e dalla domanda privata guidata dall’inflazione. Tuttavia, i problemi rimangono. Quanto più divergeranno i debiti pubblici degli Stati membri – nel 2029 il PIL della Germania dovrebbe essere al 58% contro il 115% della Francia – tanto meno accettabile sarà il debito comune per i governi, e tanto più i paesi indebitati si troveranno in difficoltà. Vincola le loro finanze pubbliche a causa della debole crescita. Le sfide economiche e di bilancio dell’UE restano enormi.