Gennaio 31, 2023

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

In un clima soffocante, gli Stati Uniti stanno eliminando l’Iran

Una strana atmosfera ha regnato martedì sera vicino allo stadio Al-Thumama. Atmosfera pesante, a tratti violenta, che non era dovuta solo alla posta in gioco di una partita decisiva tra due squadre per la qualificazione agli ottavi di finale del Mondiale.

In una notte del Qatar, gli Stati Uniti in un clima soffocante – fuori e sul campo – hanno strappato un breve ma decisivo successo contro l’Iran, grazie a un gol della loro stella Christian Pulisic (1-0). Alla fine della lunga interruzione del gioco, i fan americani hanno finalmente potuto far sentire la loro voce. «Stati Uniti d’America, Stati Uniti d’America»che fino a quel momento era stato coperto dal foltissimo pubblico iraniano, che ha prodotto un volume sonoro assordante e continuo durante tutto l’incontro.

E sono stati i “ragazzi” – la seconda squadra più giovane del torneo, con un’età media di 25,15 anni – ad aggiudicarsi il diritto di affrontare sabato nel secondo turno l’Olanda. Questo è il terzo turno di qualificazione consecutivo di 16, dopo le qualificazioni del 2010 e del 2014. Nel 2018, i giocatori di football americano sono rimasti a casa.

Rivivi il gioco: Iran-Usa: gli americani vincono e affrontano gli olandesi negli ottavi di finale

Attacchi a fine partita

Questo incontro non è stato come una partita classica. In primo luogo perché questi due Paesi intrattengono complesse relazioni diplomatiche. Ma anche a causa dell’attuale contesto in Iran: dall’inizio della rivoluzione delle donne iraniane, almeno 452 donne manifestanti sono state uccise e più di 18.000 arrestate, secondo gli attivisti per i diritti umani in Iran.

I giocatori della nazionale iraniana hanno subito ripercussioni dall’inizio del torneo, il loro comportamento è stato spiato e hanno affrontato questioni politiche da parte dei media stranieri. Dopo aver taciuto all’inizio della partita contro l’Inghilterra, hanno anche cantato il loro inno prima di giocare contro il Galles, e poi di nuovo contro gli Stati Uniti. Sotto la coercizione e le minacce del regime, secondo informazioni provenienti da Teheran.

READ  il mio culpa de la FIA
Leggi anche: Mondiali 2022: Iran – Stati Uniti, l’illusione della diplomazia calcistica

Prima dello scontro, le forze di polizia del Qatar pattugliavano numerose. Ed è successa una cosa divertente. Gli uomini si sono avvicinati mentre i sostenitori iraniani rispondevano alle interviste, monitorando i commenti. Lo attesta Faraj, un iraniano-americano di 61 anni: “SSe ti guardi intorno nello stadio, puoi vedere che il regime iraniano ha inviato molti agenti qui. Ce ne sono centinaia. Sono identificati dal modo in cui si vestono e dal modo in cui si comportano. »

I controlli sono stati ancora più difficili rispetto alla prima partita, quando molti iraniani hanno potuto dimostrare il loro sostegno alle donne del loro Paese. “Per questo terzo gioco, le autorità sono molto ben organizzate. Ho dovuto rimuovere l’adesivo “Women Life Freedom”. Ma ne avevo un altro e l’ho incollato di nuovo”.Faraj dice.

Hai ancora il 59,98% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.