Ottobre 6, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

In alto all’orizzonte in Europa in attesa della BCE – 08/09/2022 alle 09:29

Attese di aumento delle borse europee

Attese di aumento delle borse europee

di Claude Shingo

PARIGI (Reuters) – Si prevede che i principali mercati azionari europei apriranno al rialzo giovedì dopo la chiusura di Wall Street del giorno precedente, ma i guadagni potrebbero essere limitati in attesa delle decisioni di politica monetaria della Banca centrale europea.

I futures su indici indicano un aumento in apertura dello 0,84% per il CAC 40 di Parigi, dello 0,45% per il Dax di Francoforte, dello 0,26% per il FTSE 100 di Londra e dello 0,48% per l’EuroStoxx 50.

Il Consiglio direttivo della Banca centrale europea si riunisce giovedì e una decisione sui tassi di interesse è prevista per le 12:15 GMT, seguita mezz’ora dopo dalla conferenza stampa della presidente Christine Lagarde.

Mentre l’aumento del tasso di 75 punti base della BCE è apparso circa pochi giorni fa, i resoconti della stampa, che riportano un potenziale aumento di soli 50 punti base, hanno alimentato da martedì l’incertezza sulla stretta monetaria nella zona euro. inflazione.

Negli Stati Uniti, il “libro beige” della Federal Reserve statunitense, che funge da base per il lavoro del Comitato di politica monetaria (FOMC) per la sua prossima riunione del 20-21 settembre, ha mostrato mercoledì sera che le pressioni sui prezzi dovrebbero continuare fino a almeno la fine dell’anno.

Inoltre in Europa si rafforzano i segnali di stagnazione, come dimostrano gli ultimi indicatori, mentre l’inflazione continua a crescere, alimentata in particolare dalla crisi energetica sullo sfondo dell’interruzione dell’approvvigionamento di gas russo.

Anche il presidente della Fed Jerome Powell dovrebbe intervenire questo giovedì durante una discussione intitolata “40 anni di politica monetaria” organizzata dal Cato Institute.

READ  L'inflazione ha raggiunto il 5% a dicembre, il livello più alto degli ultimi venticinque anni

“Penso che Powell annuncerà che le decisioni di settembre non sono ancora finalizzate, ma la Fed continuerà ad agire sui dati”, ha scritto in una nota Jan Nefrozi, analista di NatWest Markets.

L’indicatore Fedwatch di CME Group fornisce una probabilità del 78% di un aumento del tasso di 75 punti base negli Stati Uniti rispetto al 69% di una settimana fa.

Wall Street

La borsa di New York ha chiuso in rialzo mercoledì a causa dei rendimenti obbligazionari più bassi e dell’attesa per il discorso di Jerome Powell e il rilascio dei dati sui prezzi al consumo previsti per la prossima settimana.

Il Dow Jones Industrial Average è aumentato dell’1,4%, o 435,98 punti, a 31.581,28.

Il più ampio indice S&P-500 ha guadagnato 71,68 punti, o 1,83%, a 3.979,87 punti.

Il Nasdaq Composite Index, da parte sua, è salito di 246,99 punti (2,14%) a 11.791,90 punti.

In Asia

Alla Borsa di Tokyo, il Nikkei ha chiuso in rialzo del 2,31% a 28.065,28 punti e il più ampio indice Topix è salito del 2,19% a 1957,62 punti.

L’economia giapponese è cresciuta a un tasso annuo del 3,5% nel secondo trimestre, superiore a quanto inizialmente previsto (+2,2%), i dati rivisti pubblicati giovedì dal governo mostrano. Il PIL del Giappone è stato sostenuto dai consumi delle famiglie e dalla forte spesa delle imprese.

In Cina, lo Shanghai SSE Composite ha perso lo 0,2% e il CSI 300 ha perso lo 0,25%.

Valori da seguire in Europa:

i cambiamenti

Nei mercati asiatici, giovedì il dollaro è sceso leggermente (-0,128%) contro un paniere di valute di riferimento dopo aver toccato un nuovo massimo il giorno precedente nella sessione da giugno 2002.

READ  Trenitalia è un nuovo competitor dell'alta velocità sulla rete ferroviaria francese

Contro la valuta giapponese, il dollaro viene scambiato a 144 yen, il livello più alto degli ultimi 24 anni.

L’euro è salito dello 0,09%, superando la parità con il dollaro a 1,0008.

modificata

Il rendimento dei Treasury tedeschi a 10 anni, un punto di riferimento per l’eurozona, era quasi piatto all’1,576% e il rendimento dei Treasury statunitensi a 10 anni è sceso di quasi quattro punti a 3,223%.

olio

Giovedì i prezzi del petrolio sono leggermente rimbalzati dopo essere scesi il giorno precedente al livello più basso dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina, tra le preoccupazioni per la domanda.

Un barile di greggio Brent è salito dello 0,67% a 88,59 dollari al barile dopo aver chiuso mercoledì a 88,00 dollari, il livello più basso dall’inizio di febbraio. Il light sweet crude (WTI) statunitense è aumentato dello 0,79% a $ 82,59.

(di Claude Chengo, a cura di Bertrand Bossy)