Ottobre 6, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Il telescopio James Webb rileva per la prima volta l’anidride carbonica nell’atmosfera di un esopianeta

pianeta, Chiamato WASP-39 b, scoperto nel 2011, è un gigante di gas caldo. Il La vita come la conosciamo sarebbe impossibile lì, ma questa scoperta supporta l’idea che tali osservazioni possano essere fatte anche su pianeti rocciosi.

Articolo di

pubblicato

Modernizzazione

momento della lettura : 1 minuto.

Una scoperta promettente. Il James Webb Space Telescope ha rilevato per la prima volta la presenza di anidride carbonica nell’atmosfera di un esopianeta, cioè un pianeta al di fuori del nostro sistema solare, ha annunciato la NASA giovedì 25 agosto.

pianeta, Chiamato WASP-39 b, scoperto nel 2011, è un gigante di gas caldo. Il La vita come la conosciamo sarebbe impossibile lì, ma questa scoperta supporta l’idea che tali osservazioni possano essere fatte anche su pianeti rocciosi. Con l’obiettivo finale di determinare se qualcuno di loro fornisce condizioni favorevoli per la vita.

“Per me, questa è la porta che apre agli studi futuri della super-Terra, e anche della Terra”ha affermato giovedì Pierre-Olivier Legge, astrofisico della Commissione per l’energia atomica (CEA) e uno dei tanti coautori di questo lavoro, che sarà pubblicato sulla rivista scientifica temperare la natura.

La scoperta dell’anidride carbonica ci consentirà anche di saperne di più sulla formazione di questo pianeta, ha affermato la NASA. Situato a 700 anni luce di distanza, è circa un quarto della massa di Giove ed è molto vicino al suo sole. I telescopi Hubble e Spitzer hanno già rilevato vapore acqueo, sodio e potassio nell’atmosfera di questo pianeta, ma James Webb è riuscito ad andare avanti grazie alla sua insolita sensibilità alla radiazione infrarossa.

READ  Puoi testare Dynamic Island di iPhone 14 Pro su Android con questa app

In una dichiarazione della NASA, Zafar Rustamkulov della Johns Hopkins University ha raccontato i suoi sentimenti quando la presenza di anidride carbonica è diventata evidente: “È stato un momento speciale, una pietra miliare nella scienza degli esopianeti”.