Ottobre 25, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Il premio Nobel per la pace 2021 è stato assegnato ai giornalisti russi Dmitry Muratov e alla filippina Maria Ressa

Il Premio Nobel per la pace è stato assegnato venerdì 8 ottobre ai giornalisti filippini Maria Ressa e al russo Dmitry Muratov, su La loro valorosa lotta per la libertà di espressione Minacciato di repressione, censura, propaganda e disinformazione.

Vincitori “Sono rappresentanti di tutti i giornalisti che difendono questo ideale in un mondo in cui la democrazia e la libertà di stampa affrontano condizioni sempre più sfavorevoli”.Lo ha detto a Oslo il capo del Comitato norvegese per il Nobel, Berit Reiss-Andersen.

La 58enne Maria Ressa co-fondata Piattaforma digitale per il giornalismo investigativo rapppler Nel 2012, che ha evidenziato La campagna del regime contro le droghe controverse e mortali [du président philippin Rodrigo] Duterte », ha sostenuto il Comitato Nobel. Un mondo senza fatti significa un mondo senza verità e senza fiducia.m. ha dettoio Risa durante un’intervista trasmessa in diretta dai media investigativi rapppler.

Questo articolo è riservato ai nostri abbonati Leggi anche Maria Ressa, nemica pubblica del potere filippino

Un anno, il suo anziano, Dmitry Muratov, è stato uno dei co-fondatori e redattore capo della rivista rivista Novata GazzettaÈ una delle poche pubblicazioni ancora indipendenti in Russia, dove l’opposizione deve affrontare una feroce repressione.

Trilogia settimanale significativamente evidenziata Corruzione, violenza della polizia, arresti illegali, brogli elettorali e allevamenti di carrelli» E ha pagato un prezzo pesante, ha sottolineato la commissione: sei dei suoi giornalisti hanno perso la vita, Compresa Anna Politkovskaya, assassinata quasi quindici anni fa.

Dmitry Muratov ha annunciato di dedicare il suo premio al suo giornale e ai suoi colleghi assassinati per il loro lavoro e le loro indagini. “Non è il mio vantaggio personale. È quello di Novata Gazzetta. È per coloro che sono morti difendendo il diritto delle persone alla libertà di espressione”.E ‘stato citato dall’agenzia di stampa statale TASS, come dire, che un elenco dei nomi dei sei morti giornalisti e azionisti.

READ  Un membro dell'ISIS Beatles si dichiara colpevole di complicità nei rapimenti e uccisioni di ostaggi

“Possiamo congratularci con Dmitry Muratov. Lavora costantemente seguendo e mantenendo i suoi ideali. È talentuoso e coraggioso “Da parte sua, ha risposto alla stampa, il portavoce del presidente russo Dmitry Peskov.

Questo articolo è riservato ai nostri abbonati Leggi anche Dal Messico all’India, passando per l’Azerbaigian, mania dell’osservazione giornalistica

Primo premio Nobel per la pace per la libertà di informazione

In un mondo dove, come si suol dire, “La verità è la prima vittima della guerra”Questo è il primo premio Nobel per la pace in 120 anni di storia a riconoscere la libertà di informazione in quanto tale.

“Il Comitato norvegese per il Nobel è convinto che la libertà di espressione e la libertà di informazione aiutino a tenere informato il pubblico. Questi diritti sono prerequisiti essenziali per la democrazia e per la protezione da guerre e conflitti”m. ha spiegatoio Reese Anderson. “Una stampa libera, indipendente e fattuale protegge dall’abuso di potere, dalle bugie e dalla propaganda di guerra”.spiegato.

Leggi anche Quiz: cosa sai della storia dei Premi Nobel e dei loro destinatari?

Reporters sans frontières vi dà il benvenuto con ” allegro “ Il premio è stato assegnato con la motivazione che era Un segnale forte, un invito all’azione. “In questo momento prevalgono due sentimenti: gioia e urgenza”.Christophe Deloire, segretario generale di Reporters sans frontières, ha detto ai giornalisti presso la sede dell’organizzazione a Parigi. “Gioia, perché è un messaggio meraviglioso e molto potente alla stampa. Cordiali saluti ai due giornalisti (…), che rappresentano tutti i giornalisti di questo pianeta che corrono dei rischi per far avanzare il diritto all’informazione”..

“E poi, allo stesso tempo, un senso di urgenza perché il giornalismo è debole, perché il giornalismo è sotto attacco, perché le democrazie, perché la disinformazione e le voci indeboliscono il giornalismo tanto quanto indeboliscono le democrazie e che è ora di agire”., Ha aggiunto.

READ  Arrestato l'ex presidente Mikheil Saakashvili al suo ritorno dall'esilio

Secondo l’ultima classifica annuale di Reporters sans frontières (presentata come uno dei candidati al premio Nobel), lo stato della libertà di stampa è problematico, difficile e persino molto pericoloso in quasi tre quarti (73%) dei 180 paesi valutati da l’organizzazione, e buona o soddisfacente solo nel 27% di esse. Un catastrofico contatore gestito da Reporters sans frontières sul suo sito web mostra che 24 giornalisti professionisti sono stati uccisi dall’inizio dell’anno e che altri 350 rimangono in prigione fino ad oggi.

Leggi anche Nel 2020, 50 giornalisti sono stati assassinati in tutto il mondo, la maggior parte in paesi pacifici

Dal giornalista saudita Jamal Khashoggi, assassinato nel consolato del suo Paese a Istanbul nel 2018, al quotidiano pro-democrazia di Hong Kong. Apple DailyBersaglio di frequenti critiche da parte di Pechino e costretto a chiudere quest’anno, abbondano i tentativi di museruola.

Se l’informazione è sistematicamente presa di mira dai regimi autoritari e sul campo di battaglia, il dibattito pubblico nei paesi in pace è anche intromesso dall’informazione, le cui conseguenze possono essere tragiche.

Questo articolo è riservato ai nostri abbonati Leggi anche Il caso Khashoggi: due donne vicine al giornalista assassinato sono osservate da Pegasus

Russia regolarmente assegnata

Con i suoi eserciti di troll iperattivi sui social media, la Russia è stata regolarmente segnalata per tentativi di interferire nelle elezioni negli Stati Uniti e altrove, cosa che la Russia nega.

“Senza libertà di parola né libertà di stampa”, Conslo mio Reece Anderson, “Sarà difficile riuscire a promuovere la fratellanza tra le nazioni, il disarmo e un mondo migliore”.Secondo il suo testamento, Alfred Nobel (1863-1896), fondatore del premio nel suo testamento.

READ  18 morti dopo aver bevuto alcol finto

Il premio Nobel per la pace, che si presenta sotto forma di diploma, insieme a una medaglia d’oro e un assegno del valore di 10 milioni di corone (più di 980.000 euro), viene assegnato tradizionalmente il 10 dicembre nella capitale norvegese.

Resta però un’incognita: lo stato di salute. L’Istituto Nobel dovrà decidere a metà ottobre se la cerimonia, che lo scorso anno è stata sostanzialmente ridimensionata in formato digitale a causa della pandemia di Covid-19, rimarrà nella sua forma abituale.

L’anno scorso, il premio Nobel per la pace Premiato dal Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (WFP) per i suoi sforzi contro la fame nel mondo. Dopo Peace, unico premio Nobel assegnato ad Oslo, la stagione dei premi assegnati dal 1901 si conclude lunedì a Stoccolma con l’economia.

Il mondo con AFP