Ottobre 6, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Il lancio dell’imponente razzo sulla luna è stato annullato a causa di un problema tecnico

Il lancio del nuovo razzo Artemis-1 della NASA sulla luna, il più potente del mondo, lunedì 29 agosto, è stato annullato a causa di un problema tecnico. Questa è una delusione per l’agenzia spaziale statunitense, che ora dovrà puntare alle prossime date di backup.

Cinquant’anni dopo l’ultimo volo dell’Apollo, la missione Artemis-1 dovrebbe segnare l’inizio del programma americano di ritorno sulla Luna, che permetterebbe poi all’umanità di raggiungere Marte.

Leggi anche: Artemis-1: rivivi il lancio ritardato dell’enorme razzo sulla luna

Le prossime date possibili per il decollo sono il 2 e il 5 settembre. Ma il problema dovrà prima essere esaminato in dettaglio dai team della NASA prima di poter fissare una nuova data.

Il lancio era originariamente previsto per le 8:33 (14:33 ora di Parigi) dal Launch Pad 39B al Kennedy Space Center, in Florida. Ma con l’alba sul razzo SLS arancione e bianco, che ha un’altezza di 98 metri, è diventato sempre più improbabile che decolli.

I serbatoi Megarocket sono già stati riempiti con oltre tre milioni di litri di idrogeno liquido super freddo e ossigeno. Ma il riempimento è iniziato con circa un’ora di ritardo a causa dell’alto rischio di fulmini nel cuore della notte. La perdita ha quindi causato una pausa mentre lo stadio principale veniva riempito di idrogeno, prima che la soluzione fosse trovata e il flusso riprendesse.

Leggi anche: Questo articolo è riservato ai nostri iscritti Artemis-1: gli Stati Uniti ancora una volta alla conquista della luna

Intorno alle 7 del mattino, ora locale, è sorto un nuovo e decisivo problema: uno dei quattro motori RS-25, sotto lo stadio principale del razzo, non riusciva a raggiungere la temperatura richiesta, condizione necessaria per poterlo azionare. Quindi il conto alla rovescia si è interrotto e, dopo più di un’ora e mezza di attesa e tentativi di risolvere il problema, il responsabile del lancio della NASA Charlie Blackwell-Thompson ha deciso di annullare.

READ  Lidl dévoile son tout nouveau smartphone à prix cassé défiant toute concurrence !

“Sogni e speranze”

Migliaia di persone hanno fatto il viaggio per vedere lo spettacolo, incluso il vicepresidente degli Stati Uniti, Kamala Harris. La missione mira a spingere la capsula senza equipaggio Orion nell’orbita lunare, per verificare che l’imbarcazione sia sicura per i futuri astronauti, inclusa la prima donna e la prima persona di colore a camminare sulla luna. “Questa missione porta i sogni e le speranze di molte persone”.L’amministratore della NASA Bill Nelson ha detto questo fine settimana, prima di aggiungere: “Ora siamo la generazione di Artemide.”

Leggi anche: Esplorando la Luna: la Francia entra a far parte del programma della NASA

Lo scopo principale di Artemis-1 è quello di testare lo scudo termico della capsula, che tornerà nell’atmosfera terrestre ad una velocità di 40.000 km/he ad una temperatura metà dell’altezza della superficie del Sole. Al posto degli astronauti, i manichini saranno a bordo con sensori che registrano vibrazioni e livelli di radiazioni. Saranno anche schierati piccoli satelliti per studiare la luna o persino un asteroide. La capsula si avventurerà fino a 64.000 chilometri dietro la luna, più lontano di qualsiasi altro veicolo spaziale abitabile fino ad oggi.

Un completo fallimento della missione sarebbe devastante per un razzo con un budget enorme (4,1 miliardi per lancio, secondo una revisione pubblica) e con diversi anni di ritardo (ordinato dal Congresso degli Stati Uniti nel 2010 per una data di decollo iniziale nel 2017).

Puntare (di nuovo) alla luna

Dopo questa prima missione, Artemis-2 trasporterà gli astronauti sulla Luna nel 2024, senza atterrarvi. È un onore che sarà riservato all’equipaggio di Artemis-3, al più presto nel 2025. Quindi la NASA vuole lanciare circa una missione ogni anno.

READ  DJI Action Test 2: action cam emozionante e innovativa, ma ostacolata dal surriscaldamento

L’obiettivo è stabilire una presenza umana permanente sulla Luna, costruendo una stazione spaziale in orbita attorno ad essa (gateway) e una base in superficie. In questa stazione, l’umanità deve imparare a vivere nello spazio profondo e sviluppare tutte le tecnologie necessarie per un viaggio di andata e ritorno su Marte.

Può succedere un viaggio di diversi anni “A fine 2030”Secondo Bill Nelson. Ma prima ancora, anche andare sulla Luna è strategico, contrastando le ambizioni di nazioni concorrenti, in particolare la Cina.

ascolta anche tu Obiettivo Luna: La nuova conquista dello spazio

Vogliamo andare in Antartide [de la Lune]Dove sono le risorse?compresa l’acqua sotto forma di ghiaccio, ha spiegato il signor Nelson alla NBC domenica. Non vogliamo che la Cina vada lì e dica: “Questo è il nostro territorio”. »

Il mondo con AFP