Gennaio 29, 2023

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Il Fondo Monetario Arabo chiede multe record

Queste multe hanno lo scopo di condannare tre giocatori per aver violato le regole intese a proteggere gli interessi degli investitori.

Più di due anni dopo il congelamento di diversi fondi H2O in cui rimangono bloccati decine di migliaia di risparmiatori francesi, è tempo di sanzioni. L’Autorité des marchés College of Finance (AMF) venerdì ha chiesto una multa di 75 milioni di euro contro H2O per aver violato le regole volte a proteggere gli interessi degli investitori. Per la prima volta nella sua storia, l’Accademia di Polizia di Borsa ha chiesto il massimo della sanzione nei confronti di un amministratore: Bruno Crastus, capo di H2O, rischia una multa di 15 milioni di euro, oltre all’interdizione dalla carica di amministratore delegato e gestore del fondo posizioni in Francia e nell’Unione Europea per dieci anni. Al gestore degli investimenti ancora in carica, Vincent Chelly, è stata infine pagata una multa di 3 milioni di euro. In totale, le sanzioni proposte ammontano a 93 milioni di euro. Si tratta dell’importo più alto mai rivendicato dall’AMF nei confronti di un’azienda.

Il delegato del collegio per la guardia di finanza ha insistito “Pericolo senza precedenti” Presunte carenze nei confronti dell’ex azienda stellare della città e dei suoi dirigenti Nel campo della gestione patrimoniale, il suo scopo, portata e risultati. La difesa ha descritto le richieste come “Sproporzionatamente”.

Il caso risale al 2019. All’epoca, H2O fu colpita da enormi richieste di rimborso (6,2 miliardi di euro) dopo un articolo pubblicato Financial Times Mettere in discussione la liquidità di alcuni dei suoi fondi. Poi, nell’agosto 2020, sotto la pressione del Fondo monetario arabo, ha dovuto sospendere otto dei suoi fondi. Una rara decisione motivata dal fatto che una quota crescente degli asset era illiquida, estremamente difficile da valorizzare e associata al controverso uomo d’affari tedesco Lars Windhorst. H2O, di cui Natixis detiene ancora il 23%, rischia ulteriori sanzioni. La società è stata citata in giudizio dalla British Stock Exchange Authority (FCA). Un processo civile è previsto per il 2023 a seguito di un approccio del Collectif Porteurs H2O, che comprende oltre 1.600 investitori professionali e privati.

READ  vous avez acheté des sauces au supermarché, ne consommez pas !

Guarda anche Investire: la fine delle criptovalute?