Dicembre 2, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

I mercati azionari alla fine salgono; L’indice 40 di Investing.com Italia con un profitto dello 0,87% di Investing.com

© Reuters. Italia: chiudono i mercati azionari; Codice Investing.com Italia 40 Guadagna 0,87%

Investing.com – Italia: I mercati azionari hanno chiuso in rialzo lunedì; Crescita dei settori, e ha contribuito a questo aumento.

Alla fine di Milano l’indice è salito dello 0,87% ai massimi da un mese.

La migliore performance della sessione per l’indice è di 4,36 punti in più rispetto al prezzo di chiusura di Exor NV (MI :), 5,81% o 79,42. In secondo luogo, vediamo Ferrari NV (MI 🙂 Ha guadagnato il 4,10% o 7,85 punti e ha chiuso a 199,50. Il titolo, Stellantis NV (MI :), completa questo top trio con un aumento del 3,94% o 0,664 punti alla fine della sessione 17.514.

UniCredit SpA (MI 🙂 ha registrato la peggiore performance della seduta, perdendo l’1,72% ovvero 0,1980 punti al prezzo di chiusura di 11,3340. A2A SpA (MI 🙂 termina a 1,913, dandogli 1,09% o 0,021 punti. Per la sua parte, Hera Spa (MI 🙂 1,63% o 0,037 punti in meno rispetto al prezzo di chiusura di 3,561.

Il titolo della Borsa di Milano ha chiuso invariato, salendo sopra 236 per 212 e 36 per 36.

Le azioni di Exor NV (MI 🙂 sono salite al massimo storico del 5,81%, o 4,36 punti, a 79,42. Le azioni di Ferrari NV (MI 🙂 sono aumentate del 4,10% o 7,85 punti a 199,50, raggiungendo il massimo storico.

D’altra parte, il greggio con consegna a dicembre è sceso dello 0,21% o 0,18 punti a 83,58 dollari al barile. Tra le altre voci, il Brent è salito dello 0,39% o 0,33 punti a 84,97 dollari al barile a gennaio, mentre l’oro è salito dello 0,73% o 13,05 punti a 1.809,35 dollari l’oncia troy a dicembre.

READ  Qualificazioni Mondiali 2022: l'Italia perde Janiolo e Pellegrini contro Svizzera e Irlanda del Nord

EUR/USD è sceso dello 0,33% a 1,1609 e EUR/GBP è sceso dello 0,32% a 0,8436.

L’indice del dollaro USA è cresciuto dello 0,21% a 93,823.