Ottobre 6, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

I media: migliore copertura della crisi climatica

Il consorzio può essere un’ispirazione Copertura climatica oraCreato nel 2019: questo gruppo, che oggi comprende più di 460 organi di stampa (inclusa la Science Press Agency) in 57 paesi, fornisce guide agli argomenti, organizza attività virtuali e facilita la condivisione di determinati rapporti tra i diversi membri. Prestigioso quotidiano britannico GuardianoOltre alle agenzie di stampa internazionali “Reuters” e “Agence France Presse”, tra i suoi partner più importanti.

Inserito a fine agosto, ” Carta Stampa al culmine dell’emergenza ambientale “L’idea è stata firmata il 16 settembre da una cinquantina di organi di informazione e da alcune associazioni, tra cui l’Unione nazionale dei giornalisti e sei scuole di giornalismo in Francia. L’idea è stata lanciata a marzo da media specializzati. Vert.eco.

Il secondo documento arriva da Radio France: All’inizio di settembre, la radio pubblica ha rilasciato la sua dichiarazioneautorizzato Trasformazione.

Ad ogni modo, questi documenti richiedono una maggiore copertura e quelli che non si concentrano esclusivamente sull'”ambiente”, come affermato nella carta. “L’ecologia non dovrebbe più essere confinata a un unico titolo; deve diventare un prisma in cui tutti i soggetti possono essere considerati”. “Le antenne di Radio France fanno della crisi climatica un importante focus editoriale”, si legge nella dichiarazione.

Entrambi insistono anche sul giornalismo di soluzioni, senza nominarlo come tale: “Contribuiremo alla definizione di innovazioni e soluzioni, dai comportamenti quotidiani individuali ai cambiamenti economici più organizzati”, insiste Radio France. E sulla formazione che verrà offerta ai giornalisti: “Stiamo cambiando la nostra filosofia: ambiente e scienza non saranno l’unico lavoro dei giornalisti professionisti, ma costituiranno la base di conoscenze di base che potrà essere mobilitata da tutte le nostre redazioni. “

READ  La secrétaire americaine au Trésor visita LG Science Park

Questi due documenti compaiono anche in Francia sulla scia di un’estate che ha battuto nuovi record di temperatura (tre ondate di caldo, di cui quelle precedenti a giugno), oltre a una siccità che è stata anche storica. per uno di Iniziative Dalla carta, Sophie Rowland, ” I media sono stati interrogati di più sul legame tra questi eventi e il cambiamento climatico”.

Ci è voluto del tempo, come hanno criticato molti contributori francesi, perché la reazione si sviluppasse per collegare il contesto climatico alla copertura quotidiana di eventi meteorologici estremi. È ancora lontano dal diventare un’abitudine. Inoltre, questa è una delle frequenti lamentele del manager Copertura climatica oraIl giornalista americano Mark Herzgaard. “Questo tipo di giornalismo lascia il pubblico disinformato, ma soprattutto disinformato”, Scritto l’anno scorso a Guardiano. “Dà l’impressione che queste tempeste e incendi, sebbene tragici, siano solo disastri ‘naturali'”.

E questo non include coloro che, in alcune redazioni, continuano a ritenere che il riscaldamento globale sia un “dibattito” paradossale allo stesso modo di un dibattito politico in cui si scontrano due posizioni di pari valore. A proposito di questo, però, alcuni media, come custodeE il Lo scienziato o BBCo programmi specifici come tale anni luce A Radio Canada, ho deciso chiaramente diversi anni fa che non c’era più bisogno di invitare gli scettici sul clima ogni volta che si parlava di clima.

Una migliore comprensione di cosa sia la scienza del clima – e di come differisca dal dibattito politico – si è fatta strada nel corso degli anni e riconosciamo sia gli iniziatori della carta che coloro che hanno realizzato il manifesto. In un rapporto pubblicato questa settimana, Alla pari Vert.ecoanche il direttore dei media di Radio France giudica che il COVID abbia giocato un ruolo accelerante: “Il Covid ha iniettato la scienza nelle nostre redazioni, ed è un appetito e una necessità e ha puntato il dito contro le nostre debolezze. Non è un caso che i due documenti citino il importanza della formazione per i giornalisti”.

READ  Les optimistes vivent vraiment plus longtemps, selon la science