Luglio 24, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

I genitori della vittima hanno testimoniato e ad Al-Sanea è stato ordinato di spiegare le proprie ragioni

I genitori della vittima hanno testimoniato e ad Al-Sanea è stato ordinato di spiegare le proprie ragioni

Mentre la scorsa settimana in Francia è stata avviata un’azione collettiva contro il gruppo Stellantis, nel caso degli airbag C3 e DS3 difettosi i genitori della vittima testimoniano per RMC.

All’inizio di maggio, in Francia sono state richiamate 250.000 vetture C3 e DS3 con divieto di circolazione. I loro airbag sono pericolosi e possono esplodere in qualsiasi momento a causa del caldo. Sono sospettati di aver causato la morte di quattro automobilisti.

Serge aveva 51 anni. Lo scorso novembre è andato a pranzo con i suoi genitori a Jalane, nella regione degli Alti Pirenei, con la sua C3. Non è mai arrivato. Sua madre Louisette parla per la prima volta su RMC.

“Piango se ci penso, piango… È dura soprattutto alla nostra età, perché avremmo dovuto andare prima di lui. Ha ancora tutta la vita davanti”.

È stata aperta un’indagine e il pubblico ministero di Tarbes ha confermato che l’airbag dell’auto di Serge era collegato all’incidente mortale.

Carlos Tavares è stato chiamato a spiegare la sua posizione

Oggi i suoi cari cercano risposte da Citroën. Come tutte le altre vittime, vogliono capire come e perché la casa automobilistica ha aspettato fino all’inizio di maggio per richiamare i suoi veicoli.

Secondo le nostre informazioni, giovedì 13 maggio l’avvocato Christophe Legoevac presenterà una convocazione per l’interrogatorio. A quanto pare uno sceriffo consegnerà una lettera a Carlos Tavares, il capo del gruppo Stellantis, per costringerlo a rispondere a questa domanda: da quanto tempo sapeva che questi airbag erano pericolosi?

Le vittime vogliono sapere se Citroën permette consapevolmente ai suoi clienti di guidare un’auto pericolosa. Per ora, il produttore afferma solo di monitorare questo segmento da molto tempo, anche prima del 2019 e del primo caso di incidente mortale in Guadalupa.

READ  Ai francesi mancano circa 900 euro al mese per “vivere dignitosamente” (studio)

Il presidente Stellantis può rifiutarsi di sottoporsi a questa convocazione per l’interrogatorio. Ma in questo caso il suo silenzio verrà notato dal direttore. Una volta aperto il procedimento legale, verrà aggiunto al fascicolo e potrà essere contrastato. 362 ricorrenti hanno già aderito all’azione collettiva lanciata da Me Lèguevaques.

Cosa sta facendo il produttore per tutti gli altri veicoli interessati?

Secondo le nostre informazioni finora sono stati sostituiti 15.000 airbag. Ai clienti sono state fornite 25.000 auto in prestito. Ciò lascia 210.000 automobilisti senza una soluzione. Molti non hanno scelta e continuano a guidare con questo, dopo essersi presi la briga di disattivare il sistema airbag.

Amelie Rozec, Soline Leroux e Guillemet Franquet

Articoli più importanti