Luglio 18, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Francia: stabilizzare il debito pubblico significa risparmiare 60 miliardi di euro nel 2025, secondo Rexecode – 07/10/2024 alle 18:09.

Una vista del Ministero delle Finanze e del Bilancio a Parigi, il 9 agosto 2013 (AFP/BERTRAND GUAY)

Il Rixcode Institute ha stimato mercoledì che la stabilizzazione del debito pubblico francese significherebbe, in un contesto di crescita costante, un risparmio di 60 miliardi di euro nel 2025, molto superiore a quello previsto dal governo uscente.

Ricordando che il debito pubblico ammontava a circa il 110% del Pil alla fine del 2023, l’istituto si rende noto essere vicino ai giudici padronali, in una nota, secondo cui dopo le elezioni legislative previste per il 30 giugno e il 7 luglio, “la nuova Assemblea nazionale si ritrova rapidamente di fronte ad uno squilibrio delle finanze pubbliche e ad un aumento del debito pubblico in Francia.

“La maggior parte delle misure presentate durante la campagna elettorale hanno un costo di bilancio elevato e la loro attuazione porterà a uno squilibrio più pronunciato e a un ulteriore aumento del debito pubblico”, avverte Rexicode, che sta elaborando quattro scenari fiscali pubblici “per evidenziare possibili tendenze .”

Basandosi sulle aspettative di una crescita del PIL dell’1% nel 2025 e di tasse stabili, il secondo scenario cerca di determinare l’ammontare dei risparmi necessari per stabilizzare il debito al 110% del PIL.

“I calcoli mostrano che per stabilizzare” il debito al suo livello alla fine del 2023 sarà necessario “ridurre la spesa pubblica di 60 miliardi di euro a partire dal 2025”, scrive Rixekode, il quale ritiene che questo scenario sia insoddisfacente perché comporta e non prevede tagli radicali. Consentire investimenti adeguati nella “decarbonizzazione e transizione climatica”.

Il governo uscente ha finora annunciato un obiettivo di risparmio di 20 miliardi di euro nel 2025.

READ  Wall Street apre in ribasso mentre le forti vendite al dettaglio smorzano le speranze di taglio dei tassi di interesse - 17/01/2024 alle 15:14

Ma prevede una crescita dell’1,4% nel 2025 e un leggero aumento delle tasse, conferma Rexicode.

Inoltre, non mira a ridurre il debito pubblico a partire dal 2025, ma si prevede che diminuirà solo a partire dal 2026. Ci sono diversi fattori che possono spiegare il divario tra i 60 miliardi di risparmi prospettati da Rexecode e i 20 miliardi previsti prima dello scioglimento dell’Assemblea nazionale da parte del governo.

Resta il fatto che la previsione di crescita del governo per il 2025 è superiore a quella della Banca di Francia (1,2%) o dell’OCSE (1,3%) e resta dipendente dalla politica economica del futuro esecutivo.

Rexicod conclude che, a fronte di una crescita debole, “è un’illusione sperare nella stabilizzazione del debito pubblico, in un aumento della spesa pubblica per guidare la transizione climatica e in un aumento del potere d’acquisto delle famiglie”.

In una nota pubblicata mercoledì e dedicata sempre al debito pubblico, gli economisti della Banque Postale, Maile Blanchet e Corentin Ponton, sottolineano che “il prolungamento della situazione di deficit fiscale potrebbe portare ad una graduale erosione” della posizione vantaggiosa della Francia, che “ha ha a lungo beneficiato di… Gode dello status di mutuatario illustre grazie alla sua stabilità politica, alla credibilità delle sue politiche economiche e al suo ruolo influente negli organismi europei.

“L’attuale instabilità politica potrebbe fungere da catalizzatore per questo sviluppo”, aggiungono. “Al contrario, il chiarimento da parte del governo sul percorso fiscale risultante dalle elezioni e la rassicurazione sugli asset francesi tradizionali (istruzione, infrastrutture, dimensione del mercato) probabilmente rassicureranno i mercati”.