Luglio 12, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Euro 2024 – Guy Stephan: “Antoine Griezmann non meritava tutte queste critiche”.

Euro 2024 – Guy Stephan: “Antoine Griezmann non meritava tutte queste critiche”.

I punti di analisi di Francia-Belgio sono chiari già da lunedì: gli azzurri sono ancora forti in difesa, ancora goffi in attacco. Antoine Griezmann sta ancora lottando per trovare il suo posto in questa squadra dall’inizio dell’Euro. Presente in conferenza stampa poco più di 48 ore prima dei quarti di finale contro il Portogallo, Guy Stephane ha ignorato tutti questi argomenti descrivendo nel dettaglio l’utilizzo del vice-capitano della Francia, posizionato a destra dell’attacco in un 4-3-3, che è stato scelto all’ottavo posto.

“Sapevo 48 ore fa che c’era la possibilità di giocare con un centrocampo a rombo. Si scopre che questa è stata definita il giorno prima. Tutti gli allenatori, dal giorno prima al momento della partita, ci stanno pensando. ” A quel punto, è stato deciso che Antoine sarebbe stato più a suo agio posizionandolo un po’ più sul lato destro e che avremmo avuto un uso più razionale della larghezza, con Kylian più sul lato sinistro, il posto che preferisce. Capisco che potrebbe averti sorpreso, ma la differenza non è poi così grande. Lo ha spiegato l’assistente Didier Deschamps.

Mbappe “nella media”, Griezmann “non buono”, Giroud “trasparente”: dove sono i dirigenti attaccanti?

Non porremo questa domanda oggi

Nel complesso, i Blues sono infatti rimasti nel dinamismo che hanno avuto dall’inizio della competizione, con una forza che fa leva soprattutto sulla solidità. Ma in attacco è stato molto semplice e, soprattutto, Grizo ha sicuramente vissuto i suoi 45 minuti peggiori nel primo tempo, perdendo troppi palloni (12). Ma, come ha fatto Deschamps al termine dell’incontro, Stephane ha avuto un’altra lettura della sua performance, soprattutto per quanto riguarda la parte invisibile del suo lavoro.

READ  Rolex Paris Masters - Corentin Moutet: "Chi mi conosce sa che lavoro duro"

“Antoine ha giocato da quella parte ma con la libertà di giocare al centro. Alla fine mi sono congratulato con Jules Kounde. Non è durato un secondo. Mi ha detto ‘Non avrei mai fatto questa prestazione se non ci fosse stato Antoine’ ‘. Antoine è un giocatore di squadra, penso che non lo meriti.” Le critiche che ha ricevuto (…) non le metteremo in discussione oggi.

I suoi dipendenti, certamente no. Ma dall’esterno è frustrante vedere un giocatore normalmente brillante sembrare così di cattivo umore.

immagine

Griezmann: “Ogni tanto vai in porta, a volte tiri 50mila volte…”