Dicembre 2, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

“È saturo e non abbiamo ancora raggiunto il culmine”, “Non portare tuo figlio dove ci sono persone”

Inserito il 12 novembre 2021 alle 20:30

mentre quello L’epidemia colpisce tutta la FranciaIl professor Rémy Salomon, pediatra dell’ospedale Necker – Sick Children di Parigi, avverte del sovraffollamento degli ospedali e chiede ai parenti dei neonati di prendere precauzioni.

“L’epidemia di bronchiolite sta colpendo tutte le regioni della Francia continentale, con la Corsica che entra nella fase epidemica”, ha annunciato mercoledì l’agenzia di sanità pubblica francese. “È saturo e non abbiamo ancora raggiunto il picco della bronchiolite, che è ciò che ci preoccupa”, ha sottolineato Professor Remy SalomonCapo del Dipartimento dell’Ospedale Necker venerdì 12 novembre Franciainfo.

“Un paio di anni fa, eravamo già in una situazione un po’ simile Abbiamo dovuto, da Parigi, mandare i bambini a più di 200 chilometri”, negli ospedali distrettuali. “Il problema oggi è che a 200 km di distanza è anche saturo”.Allertato il pediatra.

Stai lontano o indossa una maschera se hai il raffreddore

“Stiamo cercando di organizzare (…) Si comincia a pensare alla deprogrammazioneCiò significa che alcuni interventi chirurgici potrebbero essere rinviati”.

Ma “rischiamo di trovarci in una situazione molto complicata”.

Per questo il professor Salomon insiste sulla “password”: “Quello che possiamo fare è bloccare”. “La bronchiolite è particolarmente grave nei bambini piccoli, nei primi tre mesi. Potremmo andare in terapia intensiva, e purtroppo potremmo morire”, ricorda. Quindi “dalla maternità, dalla nascita, Stai limitando le visite,Non portare tuo figlio in luoghi affollati“Si consiglia ai genitori di neonati.” Mamma e papà possono indossare una mascherina solo se hanno il raffreddore. Stessi fratelli: se prendono il raffreddore, dovrebbero allontanarsi. Per quanto riguarda le visite, bisogna lavarsi bene le mani e i visitatori indossare la mascherina”, chiede: “Queste poche misure precauzionali consentiranno di ridurre il numero dei casi”, ha detto.

READ  Dopo un mese di riposo, l'aumento dei ricoveri conferma la ripresa dell'epidemia

Bretagna e Corsica ora sono colpite

La bronchiolite colpisce prima i neonati E potrebbe essere particolarmente segnata questo inverno, dopo un anno vuoto legato al Covid-19. Nei bambini di età inferiore ai due anni, la principale fascia di età con bronchiolite, gli indicatori rimangono a un “livello elevato”, secondo Public Health France, che diverse settimane fa ha registrato un forte aumento. La Corsica è stata l’ultima area metropolitana a rimanere nella fase pre-pandemia, dopo che la Bretagna è entrata nell’epidemia la scorsa settimana.

Nella settimana del 1° novembre, dei 4.100 bambini sotto i 2 anni visitati al pronto soccorso per bronchiolite, 3.652 (89%) avevano meno di 1 anno e 1.427 (35%) sono stati ricoverati. Dei bambini ricoverati in ospedale, 1.331 (93%) avevano meno di un anno.

I bambini sono meno immuni

La bronchiolite, una comune e altamente contagiosa, provoca nei bambini tosse e respiro sibilante forte e veloce. Il più delle volte, potrebbe richiedere una visita al pronto soccorso o addirittura il ricovero in ospedale.

Lo scorso inverno, i gesti di confinamento e barriera hanno aiutato a prevenire tutti i virus, incluso l’RSV (virus respiratorio sinciziale) responsabile della bronchiolite. I bambini sono stati meno infetti del solito e quindi meno immunizzati in massa, facendo temere un’epidemia ancora più forte quest’anno.