Dicembre 6, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Dopo Barcellona-Espanyol / “C’è molto da migliorare”: la strada aspetterà, ma Xavi non è preoccupato

Ritrovarsi l’allenatore della propria squadra del cuore, quella che abbiamo difeso per quasi tutta la nostra carriera calcistica, dovrebbe essere qualcosa. E lanciare in casa questa avventura derby non è chiaramente cosa da poco. Xavi lo sa meglio di chiunque altro ora. Arrivato al capezzale del Barcellona pochi giorni fa, il 41enne ha aperto questo nuovo capitolo della sua carriera questo sabato, contro i vicini dell’Espanyol.

Derby vinto definitivamente dalla sua famiglia (1-0). Ma per vedere le idee del nuovo padrone per il posto permeare il gioco della sua squadra, sarà necessaria la pazienza. Se furono uniti e fatti rispettare, anche i blaugrana soffrirono molto, solo prima della loro salvezza con una punizione – controversa, alcuni dicono – cambiata da Memphis Depay. Furono anche un po’ fortunati, poiché Raul de Thomas toccò i rivoluzionari due volte. “Ci sono tante cose da migliorare, ma vincendo diventa più facile” Conosci il tecnico catalano dopo l’incontro.

lega

Aguero verso il pensionamento anticipato? Nasri conferma, smentisce il Barcellona

3 ore fa

Quello che mi è piaciuto di più è l’atteggiamento e lo sforzo

“Stiamo iniziando un nuovo progetto, ottenere i tre punti in un derby così stretto ci fa stare bene e ci motiva molto” Aggiunto Xavi che quindi preferisce concentrarsi sul risultato piuttosto che sul metodo sviluppato per ottenerlo. “Quello che mi è piaciuto di più è stato l’atteggiamento e lo sforzo”, Quindi ha confermato. Da questo punto di vista, i suoi uomini non devono averlo deluso, perché sono stati insostituibili dall’inizio alla fine.

Memphis Depay (Barcellona)

credito: Getty Images

L’animazione dell’attacco era lenta, per non dire disorganizzata. Un po’ di creatività, dunque, con sorpresa dei “pappagalli” organizzati in una massa ridotta. “Dovremmo avere più opportunità. Dovremo lavorare, perché spesso ci troveremo in scenari simili” Ha colpito il tizio che, poche settimane fa, era a capo della diga. Per spostare l’ala destra del suo apparato, il Barcellona ha debuttato nei grandi piccioni Elias Akhmash, 17 anni, che ha poi debuttato nel gruppo professionistico.

Contro il Benfica “Un’altra guerra”

All’intervallo, la giovane ala è stata sostituita da un altro muro duro di Massia, Ezz Abdo (19). A loro volta i due figli, attraverso il proprio talento e la propria negligenza, hanno cercato di fare la differenza. E il loro allenatore era davvero contento. “Hanno giocato una grande partita. Ci hanno dato molta profondità individuale” Ha accolto Xavi, che intende così avvalersi del centro di formazione locale, di cui conosce bene i segreti.

Ma il problema è che il tempo sta per scadere. Mentre il Barcellona sale lentamente a un posto più in linea con le sue ambizioni nella (sesta) classifica, il suo nuovo uomo forte dovrà andare avanti rapidamente. Martedì (21:00), i catalani giocheranno una parte importante del loro futuro europeo contro il Benfica Lisbona, che li ha sconfitti all’andata (3-0). “Sarà un’altra guerra. Sarà finale, perché se vogliamo continuare in Champions non possiamo fallire”, Xavi esplose. Indubbiamente, ancora una volta, la sua vittoria di misura sarebbe stata più che sufficiente a renderlo felice.

Xavi (Barcellona) / La Liga

Credito: Eurosport

lega

Xavi Barcellona strappa il derby

4 ore fa

lega

Gestione rigorosa dietro il sorriso: cosa ha già cambiato Xavi a Barcellona

Ieri alle 20:24

READ  Zidane, non ancora al PSG