Luglio 24, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Di seguito gli aumenti pensionistici previsti per i prossimi mesi

Di seguito gli aumenti pensionistici previsti per i prossimi mesi

Ecco un calendario che dovrebbe interessare i pensionati francesi, anch’essi alle prese con l’inflazione. Nei prossimi mesi sono infatti previsti diversi aumenti delle pensioni Il nostro tempo .

Aumento pensioni Agirc-Arrco

Innanzitutto c’è la rivalutazione dell’Agirc-Arrco, il sistema di previdenza complementare per i dipendenti del settore privato. Si terrà il 1° novembre 2024. Nel 2023 l’incremento è stato del 4,9%. Ma le parti sociali hanno concordato di aumentare il valore della moneta al di sotto del tasso di inflazione dello 0,4% nei prossimi tre anni (fino al 2026 compreso).

Tuttavia, la Banca di Francia prevede un aumento dei prezzi del 2,5% per il 2024 rispetto al 2023. Pertanto, le pensioni pagate da Agirc-Arrco dovrebbero aumentare di oltre il 2%. Seguiranno altri piani supplementari, ma non prima del 1° gennaio 2025.

Rivalutazione delle pensioni di base

Dovremmo anche aspettarci una rivalutazione delle pensioni di base il 1° gennaio 2025. La legge sulla previdenza sociale prevede questo aumento, che si basa sull’inflazione. Nel 2023 ha raggiunto il 5,3%. Dovremo quindi attendere la fine dell’anno per conoscere il tasso di inflazione e quindi l’aumento delle pensioni di base. Ma anche i pensionati possono aspettarsi un aumento superiore al 2%.

Assegno di solidarietà per gli anziani (Aspa), pensione minima ai superstiti: dal 1° gennaio 2025 verrà automaticamente aumentato anche il minimo sociale legato alla pensione.

Rivalutare il contributo minimo

A seguito della riforma pensionistica attuata nel settembre 2023, circa 1,7 milioni di pensionati avrebbero dovuto vedere aumentate le loro pensioni con l’aumento dell’importo minimo contributivo fino a un massimo di 100 euro. Questa misura mira a garantire l’accesso a una pensione di anzianità pari all’85% del salario minimo netto al termine di una vita professionale completa.

READ  l'hommage de l'armée de l'air à un savoir-faire industriel

Ma finora solo una percentuale dei pensionati beneficiari (600.000 su 1,7 milioni) ha beneficiato di questo aumento. Il Cnav ha annunciato diverse ondate di conciliazioni per altri pensionati interessati nella primavera e nell’autunno del 2024. La chiusura delle pratiche definitive è prevista entro il prossimo ottobre. Il profitto medio è di 50 euro.