Dicembre 9, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Cosa ha impedito a Malinovsky di arrivare?

Ruslan Malinovsky non ha firmato un contratto con l’Olympique de Marseille. Il Corriere dello Sport racconta il fallimento del trequartista ucraino.

L’Olympique de Marseille segue da tempo il trequartista dell’Atalanta Ruslan Malinovsky. Nelle ultime settimane è apparso come la priorità di Javier Ribalta e Pablo Longoria in questa posizione. Tuttavia, l’accordo non è avvenuto.

La Gazzetta ha spiegato nell’edizione di giornata che quest’estate non è stato raggiunto alcun accordo tra i due club e che la sua partenza si è complicata. Da parte sua, il quotidiano “Corriere dello Sport” ha dettagliato le ragioni di tale insuccesso.

L’Atalanta voleva 25 milioni di euro per Malinovsky

Secondo i media italiani, OM ha tentato più volte di includere Cengiz Ünder nel processo di trasferimento. Il club ha offerto uno scambio secco tra giocatori ma l’Atalanta non sembrava interessata. Anche il nazionale turco era riluttante a unirsi al club italiano. Longoria avrebbe potuto tornare al canone offrendo un prestito con OA di 15 milioni di euro, rifiutato anche dai residenti di Serie A.

Leggere: Mercato Ohm: Girando… Il Leeds ha fatto uno spettacolo migliore, Ding riluttante!

L’Atalanta Bergamo voleva almeno 25 milioni di euro per il trequartista ucraino, ma era disposta a ridurre i propri crediti a 20 milioni di euro come parte di un prestito dall’OM. Alla fine, non ha seguito il Marsiglia e ha esaminato il ritorno di Amin Harit, ceduto in prestito la scorsa stagione dallo Schalke 04.

READ  Il Nizza batte il Partizan, il Villarreal prenota, la Fiorentina batte Basaksehir

Malinovskyi, vecchio numero 10

“Ruslan Malinovsky era un regista magro in Ucraina. Non era abbastanza bravo per entrare nella prima squadra dello Shakhtar Donetsk. C’erano molti brasiliani in quel momento nel club ed era uno dei giocatori in prestito ogni anno. Lui sarà nell’FC Zorya Luhansk, considerata una squadra subordinata allo Shakhtar. Questa squadra è diventata la terza migliore squadra in Ucraina perché il livello è crollato e non c’è più molta concorrenza. Con Zorya Luhansk Malinovskyi gioca spesso in Coppa dei Campioni ed è iniziando ad apparire in questa posizione n. 10. È davvero un regista vecchio stile che dà palloni agli attaccanti e sa come segnare sui calci di punizione. Mettendo uno o due buoni calci di punizione contro squadre belghe. C’era un collegamento tra Belgio e Ucraina. Molti giocatori di seconda serie come Malinovskyi, che all’epoca possedeva lo Shakhtar, partirono per il Belgio.In quel momento, prese un’ottima decisione di lasciare il campionato ucraino. Passò al Genk per tre stagioni e mezzo. A quel punto, avrebbe è diventato più potente e avrebbe rafforzato il suo gioco. Tendeva ad essere molto leggero nei duelli quando giocava in Ucraina. È riuscito a cancellarlo e diventare un giocatore Molto forte fisicamente. Si affermerà come l’indiscusso detentore della nazionale. Fu allora che Shevchenko divenne l’allenatore della nazionale. Nella scelta, porterà qualcosa di veramente diverso. A centrocampo forma un trio molto completo con Zinchenko e Stepanenko. Malinovskyi otterrà il ruolo di questo trequartista, poiché Shevchenko in quel momento voleva giocare con due numeri 10, Zinchenko e Malinovsky. Ciò che lo contraddistingue sono anche i suoi grandi calci all’ingresso dell’area di rigore. Ha segnato diversi gol importanti con l’Ucraina in questo modo. Shevchenko gli permetterà di sviluppare questo lato forte del suo gioco: è probabilmente uno dei giocatori in Europa che ha il tiro più grande sulla palla. Nei palloni è un giocatore che sa servire ottimi palloni. Diventato rapidamente il miglior centrocampista del Belgio, è stato subito individuato dall’Atalanta Bergamo che lo ha reclutato nel 2019. Dopo una stagione di adattamento, è diventato un punto fermo nel sistema Atalanta. Diventa un giocatore molto importante. Da quando si è rotto il legamento crociato nel 2016, è tornato molto bene. Oggi è raramente assente e ha ottime statistiche. Con l’Atalanta ha segnato 129 gol, 29 gol e realizzato 29 assist. È una partita decisiva su due. Murad Eretz – Fonte: Marsiglia Football Club (19/8/2022)

READ  Mercato | Mercato - Paris Saint-Germain: Mbappé, Halland... guerra dichiarata tra Leonardo e Real Madrid!