Gennaio 22, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

consumo. Antidepressivi, dipendenza e aumento di peso…il lato nascosto del cioccolato

Abbiamo ragione su questo! Oltre alla Pasqua, il periodo natalizio è cruciale per i cioccolatieri, che a dicembre generano gran parte delle loro vendite annuali grazie alla vendita di granuli, tavolette, caramelle confezionate e altri dolci…

Il cioccolato è un alimento a parte. Non solo lusinga l’aroma e il palato, ma ha effetti benefici sul morale e sulla salute generale, purché venga consumato con moderazione. Analisi in dieci punti grazie al libro “Dal cacao al cioccolato” (1).

1 / Mangiare qualche quadrato di cioccolato ogni giorno ti farà ingrassare

Fu. Per chi svolge una normale attività fisica, due o tre quadratini di cioccolato al giorno, o da 60 a 100 calorie, non influiranno sull’aumento di peso. Sarebbe sbagliato negarlo! Tuttavia, è un trattamento abbastanza calorico: 100 g di cioccolato fondente con oltre il 50% di cacao forniscono 560 calorie e 100 g di cioccolato al latte un po’ meno, 550 calorie. Scegli quelli che sono ricchi di cacao e hanno meno zucchero. Il cioccolato energetico consente agli atleti di recuperare rapidamente dopo l’esercizio. Ad esempio, un uomo di 70 chilogrammi che pedala per un’ora a una velocità di 20 km/h può richiedere fino a 70 grammi di cioccolato, 80 grammi all’ora di tennis e 100 grammi per un’ora di arrampicata. Certo, non bisogna mangiare troppo: mangiare una tavoletta di cioccolato al giorno sdraiati davanti alla TV non è una buona idea.

2 / Il cacao agisce contro l’invecchiamento del corpo

corretta. Grazie ai polifenoli presenti nel cacao, il cioccolato protegge le nostre cellule, rallentando efficacemente l’invecchiamento. Queste molecole naturali, che si trovano in grandi quantità anche nel vino rosso e nel tè verde, sono antiossidanti che intrappolano i radicali liberi prodotti dall’organismo durante lo sforzo, lo stress, l’esposizione al sole, il consumo, l’eccessivo consumo di alcol o tabacco… Questi radicali liberi sono coinvolti nell’invecchiamento delle cellule, e anche lo sviluppo di alcuni tipi di cancro e malattie cardiovascolari. Il cacao in polvere contiene il 2%, il cioccolato fondente lo 0,8%, il cioccolato al latte lo 0,5%: meglio del tè verde (0,3%) e del vino rosso (0,15%)!

READ  Video Antivax: YouTube intensifica la sua lotta contro la disinformazione e rimuove molti canali popolari

Didascalia immagine Nawalescape/Pixabay

3/ Possiamo mangiare cioccolato fondente anche se abbiamo il colesterolo

corretta. Oltre al contenuto di oligoelementi, il cioccolato contiene circa il 35% di grassi, che derivano dal burro di cacao, che è costituito da trigliceridi. Il fondente è cremoso mentre il latte è più dolce. Il burro di cacao fa bene alla salute? I nutrizionisti credono di sì, perché sono acidi grassi che aiutano ad eliminare il colesterolo e prevenire l’aterosclerosi. Pertanto, svolge un ruolo essenziale nella protezione dei vasi sanguigni, diminuendo i rischi di sviluppare flebiti, incidenti vascolari o infarto. Per quanto riguarda i trigliceridi contenuti nel burro di cacao, sono scarsamente assorbiti dal tessuto adiposo umano. Ancora meglio: grazie alle metilxantine (teobromina e caffeina), il cioccolato ha proprietà lipolitiche che scompongono i grassi. Se soffri di colesterolo, puoi mangiare cioccolato fondente, che contiene più del 60% di cacao. Sconsigliati, invece, il cioccolato al latte e quello bianco perché contengono grasso di latte.

4 / Il cioccolato è stimolante e antidepressivo

corretta. Grazie alle metilxantine (teobromina e caffeina), gli eccitanti del cioccolato, il cioccolato è un tonico che, tra l’altro, stimola il sistema nervoso centrale, migliora le prestazioni muscolari, aumenta la vigilanza e ritarda l’insorgenza della fatica. È noto per avere proprietà antidepressive legate alla presenza di magnesio. Inoltre, contiene anche una piccola quantità di molecole vicine alle endorfine, i famosi ormoni del piacere. Questi cugini endorfine, imparentati con i veri parenti che il corpo secerne quando morde un quadrato o due, avranno un enorme impatto sul corpo. Cosa si trasforma in estasi, anche in estasi!


Didascalia immagine realworkhard/Pixabay

5/ Non puoi essere dipendente dal cioccolato

Fu. Puoi diventare dipendente dal cioccolato, come una catena, senza diventare una droga. Se le compresse nell’armadio sono esaurite, il ricordo percepito di benessere, dovuto alle endorfine, provocherà il desiderio di prenderle di nuovo, ma non c’è senso di inferiorità, né dipendenza o dipendenza. Inoltre non è necessario aumentare le dosi per mantenere lo stesso piacere. La voglia di cioccolato è in realtà guidata da una dipendenza dallo zucchero: preferiscono il cioccolato al latte dolce, cremoso o caramellato piuttosto che il cioccolato fondente ricco di cacao.

READ  Qual è la misteriosa "malattia di Lille" che sta colpendo sempre più giovani Lyell?

6 / Il cioccolato è responsabile della stitichezza

Fu. Il cioccolato contiene almeno il 10% di fibra, che favorisce il transito intestinale. Ma è anche ricco di tannini, che tendono a rallentarlo. poi ? Gli studi dimostrano che se bevi molta acqua, questi due effetti si annullano a vicenda. Quindi il cioccolato non ha un ruolo nella stitichezza. Tuttavia, poiché si tratta di un alimento secco che contiene meno dell’1% di acqua, occorrono almeno 100 millilitri di acqua per digerire 100 grammi. Quanto alla fama di essere responsabili di indigestione o mal di stomaco, è il fatto che generalmente lo gusteremo alla fine di un pasto già ricco di cibi grassi.


Didascalia immagine ExplorerBob/Pixabay

7/ Il cioccolato favorisce la comparsa delle carie

Fu. esattamente il contrario. Più il cioccolato è ricco di cacao, meno saccarosio contiene, lo zucchero responsabile della carie. Molti componenti agiscono favorevolmente sui denti: i polifenoli prevengono lo sviluppo di microbi nella placca dentale, il fluoro rinforza lo smalto e gli acidi fosfatici che possono causare la carie.

8 / Il cioccolato è consigliato per i diabetici

Fu. Anche se il cioccolato, rispetto alla marmellata, ha un indice glicemico basso – soprattutto quando supera il 70% di cacao – tutto dipende da quale forma di diabete ha il paziente. Il miglior consiglio è parlare con il medico. Ricordiamo che la marmellata ha un alto indice glicemico, 65 contro 45 per il pane, 40 per il cioccolato al latte e solo 35 per il cioccolato fondente.


Didascalia immagine Jackmac34 / Pixabay

9/ Il cioccolato può influenzare la tua voce

corretta. La tendenza al reflusso ti farà rinunciare al cioccolato. Il burro di cacao rafforza lo sfintere alla giunzione dell’esofago con lo stomaco. Quindi amplifica i riflessi gastrici fortemente acidi e irritanti, che possono causare lesioni o addirittura alterazioni delle corde vocali. Gli acidi grassi del cacao, invece, hanno una forte attività battericida sui batteri responsabili delle ulcere gastriche e duodenali. Quindi possiamo goderci un po’ di cioccolato perché è sia preventivo che curativo.

READ  Le cellule immunitarie "killer" riconoscono ancora la variante Omicron

10 / Il cioccolato può causare crampi allo stomaco

corretta. Attraverso gli zuccheri e l’acido oleico del burro di cacao, il cioccolato aumenta la secrezione biliare, costringendo la cistifellea a svuotarsi più frequentemente. Questo scarico frequente non favorisce la formazione di calcoli. Tuttavia, se è dimostrata la formazione di calcoli, l’effetto del cioccolato diventa negativo: poiché aumenta la secrezione della bile, ciò può portare a un ulteriore blocco dei calcoli biliari, che porta a gravi coliche epatiche.

Cioccolato di Natale…e gelato

Un tronchetto di Natale al cioccolato (burro, mousse…) è un meraviglioso classico delle feste. Per concludere il pasto in modo più leggero, preferiamo la versione frozen, dove il cioccolato si sposa piacevolmente con vaniglia, pralina, nocciola, caramello e frutta…

Ad esempio, nel gigante ghiacciato, Picard, il ceppo congelato da 8, gusto cioccolato-vaniglia, guarnito con cioccolato, viene venduto a meno di 18 euro. Senza fronzoli, a forma di pigna, in offerta altri tre cioccolatini a meno di 9 euro per 8. In un altro freezer-friendly, Terate, bar gourmet per 8 persone con arachidi, caramello e cioccolato, che sa di famoso tavoletta di cioccolato, costerà meno di 30 euro, mentre un mini gelato alla Foresta Nera costerà meno di 14 euro per una confezione da sei. Puoi anche trovare prodotti con un buon rapporto qualità-prezzo nei supermercati o supermercati, come il ceppo gelato al cioccolato grande Nestlé (€ 8, 7-8 fette), la versione ai tre cioccolati di Pilpa (€ 5,50, 7 8). parti) o record congelati da private label.

(1) “Dal cacao al cioccolato, la saga della gola”, Michel Barrell, edito da Quae, 167 pagine, settembre 2021, 25 euro.