Dicembre 5, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Circa il 70% dei dipendenti delle raffinerie francesi è in sciopero, secondo CGT

Inserito martedì 27 settembre 2022 – 18:48

Martedì, i dipendenti di TotalEnergies in Francia hanno iniziato uno sciopero di almeno tre giorni per chiedere in particolare un aumento dei loro salari, sulla base di una chiamata della CGT che ha riferito di aver mobilitato il 70% della sua forza lavoro esistente, una cifra che il gruppo gestisce non ha commentato .

“Chiediamo che nessun prodotto venga portato fuori dalle raffinerie e dai prodotti petrolchimici in cui è stata creata CGT”, ha detto all’AFP Benjamin Tang, rappresentante del sindacato centrale delle raffinerie petrolchimiche CGT presso TotalEnergies in Francia.

Tra i principali siti coinvolti ci sono: la bioraffineria di La Mède (Bouches-du-Rhône), le raffinerie della Normandy a Le Havre, Dong (Loire Atlantic), Carling (Moselle), Vaisin (Rhône) e Audal (Seine-Maritimes) , così come depositi.Combustibili a Grandpuits (Seine-et-Marne) e Flandres (Nord).

A La Mède, l’80% dei dipendenti ha seguito il movimento sociale, che ha portato a “bloccare tutti gli ingressi e le uscite dei prodotti dalla raffineria”, ha spiegato Fabian Croese, segretario (CGT) del Comitato economico e sociale. CSE).

In termini di volume, ciò equivale, secondo lui, a “un centinaio di navi cisterna che non esplodono, senza contare i prodotti solitamente spediti in treno o direttamente con i gasdotti”.

“Quando definiamo il rapporto, possiamo dire che ci sono più del 70% di scioperanti (rispetto alla forza lavoro esistente) tra gli operatori di produzione oggi”, ha affermato AFP Eric Sellini, coordinatore CGT del gruppo, che ha osservato che la chiamata era inizialmente confinato a raffinerie e depositi di carburante. .

In contatto con l’Agence France-Presse, la direzione del gruppo ha affermato, in attesa del movimento, di “anticipare le procedure logistiche necessarie per poter rifornire normalmente la rete delle stazioni di servizio e i loro clienti”.

READ  Arancio: La corsa per succedere a Stephen Richard accelera - 12/01/2022 alle 18:54

Ha osservato che i dipendenti francesi della base sociale comune “hanno beneficiato delle misure salariali, che hanno rappresentato un aumento medio del 3,5% nel 2022” e ha aggiunto che “i negoziati inizieranno a novembre”, cioè due mesi fa. Il solito “per vedere come i dipendenti possono beneficiare dei risultati generati da TotalEnergies”.

– obbiettivo –

Oltre all'”aumento salariale immediato del 10% per il 2022″, la CGT chiede lo “sblocco dell’occupazione” in Francia e un “piano di investimenti massicci” in Francia, ricorda Tang, sottolineando che queste affermazioni sono state in precedenza l’origine dei movimenti il ​​24 E lo scorso 28 luglio.

Une partie des Employés touchent des salaires “extrêmement faibles et il ya besoin de les revaloriser à hauteur de ce que le groupe dégage comme bénéfices”, un souligné le responsable syndical, qui espèretr “a pes for mobilte à une mobilte” in arrivo.

A parte le interruzioni dell’approvvigionamento delle stazioni di servizio, è stato stimato che la produzione della raffineria potrebbe vedere i flussi ridotti del 20-30%, in caso di forte riempimento.

TotalEnergies impiega 35.000 persone in Francia, comprese le sue filiali.

Dietro TotalEnergies, martedì è stata programmata una riunione di trattative salariali a livello della filiale petrolifera, che ha fallito, secondo Cellini.

Altri siti del gruppo si uniranno in un secondo momento ai dipendenti della raffineria, con una giornata lavorativa in tutti i settori economici giovedì, su invito di CGT e Solidaires.

TotalEnergies ha registrato enormi profitti nel secondo trimestre del 2022, sfruttando appieno gli alti prezzi del petrolio e del gas, che hanno seguito l’invasione russa dell’Ucraina.