Novembre 27, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Cincinnati – Borna Couric, prima settimana del resto della sua vita

Questo, avresti dovuto vederlo arrivare. Se qualcuno scommette il tredicesimo mese sull’incoronazione di Burna Couric a Cincinnati, è chiaroveggenza. Titolo croato in Ohio Costituisce, nella sostanza e nella forma, una delle più grandi sensazioni degli ultimi anni. Ciò non significa che il giovane sia privo di talento. esattamente il contrario.

Membro della Top 100 ancor prima di compiere 18 anni, Rafael Nadal ha vinto alla stessa età e si prevedeva che sarebbe stato uno dei gioielli più belli della prossima generazione anche prima che l’espressione fosse usata. Poi sono iniziati gli infortuni e il grande battitore di Zagabria è scomparso lentamente ma inesorabilmente dalla circolazione.

Cincinnati ATP

Una serie impressionante fermata da Nadal: Couric di cui andare fieri

2 ore fa

Nel suo caso, la chiave era quella fisica. Oggi può esprimersi di nuovo al 100% e questo cambia tutto. Ma da lì al pensiero di vincere il suo primo torneo Masters 1000 a Cincinnati, c’era un margine. Alzando il trofeo con il numero 152 sulla schiena, Borna Couric ha stabilito un record, diventando il peggior giocatore a vincere in questa categoria di tornei. A cancellare dagli scaffali lo spagnolo Roberto Carretero, che si è classificato 143° nel mondo durante la sua straordinaria vittoria ad Amburgo nel 1996.

Cinque settimane fa, ha perso al 311° posto nel mondo

È davvero notevole perché il croato non ha approfittato delle condizioni particolarmente favorevoli. Basta dare un’occhiata alla sua carriera da “Cincy” per convincersene. Sulla strada per il titolo, ha installato i seguenti giocatori:

. Lorenzo Musetti (33e)
. Rafael Nadal (3e)
. Roberto Bautista Agut (19)
. Felix Auger-Aliassime (9e)
. Cameron Norrie (11e)
. Stefanos Tsitsipas (7 ore)

Nadal è rimasto sorpreso e Coric è tornato: riepilogo della partita

Difficile da vincere. Sì, Nadal stava appena rientrando nella competizione, ma giocare a freddo davanti al tabellone sarebbe divertente, per usare un eufemismo. “Non ho parole per essere onestoha ammesso domenica sera dopo aver posato l’ultima pietra della sua brillante settimana, contro Tsitsipas. È una sensazione incredibile e voglio solo assaporarla“Vincere un Masters 1000 per la prima volta è sempre un grande risultato, ma quando si passa attraverso ciò che Couric ha passato, il gusto è probabilmente più piacevole.

Il croato, che ha flirtato con la top ten (12) a fine 2018 all’età di 22 anni, ha finalmente deciso di andare a biliardo nella primavera del 2021 per sistemarsi la spalla destra che non ha mai smesso di rovinargli la vita. Lontano dai tribunali per un anno, costretto a infliggere sedute di lavoro quotidiane prima per irrobustirla e poi, oggi, proteggendo la stessa spalla, si è detto convinto di poter trovare il meglio di sé. Tuttavia, tra il suo ritorno a marzo a Indian Wells e agosto, ha vinto solo quattro piccole partite in cinque mesi sul circuito principale. Ha appena vinto sei volte in una settimana, di cui cinque contro i primi 20 e quattro contro i primi 11 del mondo.

Borna Couric, grande incoronazione.

Credito: Imago

Anche nelle competizioni, dove non ha mai esitato ad andare, non tutto è stato roseo. Alti, come quel titolo a Parma a giugno, e bassi, come la sconfitta al primo turno a Iai, in Romania, contro Nicolas David Ionel, 311 dell’ATP. Erano appena cinque settimane prima della sua vittoria a Cincinnati. “Pensavo di poter giocare bene a tennis, mi sono allenato molto e mi sentivo come se il mio gioco fosse lì. Ma giocare a questo livello non me lo immaginavo, no. Di certo non pensavo di vincere il torneo, soprattutto dopo aver giocato così male nel torneo precedente (a Montreal, dove è stato sconfitto dall’inizio da Marin Cilic, ndr).«Una qualche forma di ricompensa in cambusa negli ultimi due anni.

Ritorno alla griglia in modalità squash: il genio di Couric

Torna al suo posto

Cincinnati è come la prima settimana per il resto della sua vita. O almeno la sua professione. Grazie a questo titolo, Borna Couric ha realizzato in sette giorni il bene che sperava di ottenere in diversi mesi. Con una vittoria di 123 posti in una volta, eccolo di nuovo tra i primi 30 (29). Un inaspettato risparmio di tempo gli apre nuovi orizzonti quando, dal suo ritorno, non ha osato pensare alla prossima partita. Come gli ha sussurrato Stefanos Tsitsipas, è appena tornato.Al suo postoQuesto non è sbagliato, del resto l’ipotesi che Coric vincesse i 1000 Master, qualche anno fa, era possibile.

A Cincinnati, si è anche sviluppato in una forma di incoscienza per fantasmi e neofiti allo stesso modo. Il gioco del gioco, il divertimento di riscoprire le sensazioni senza impegnarsi nelle conseguenze che si infliggono a se stessi. Riuscirà a mantenere questa dinamica nelle prossime settimane e nei prossimi mesi lasciando il disco della “fiaba”?

Se non gli viene chiesto di vincere il Masters 1000 ogni tre o quattro volte al mattino, Couric vuole essere cool. Innanzitutto perché a 25 anni, quasi dieci anni sul ring e le vicende dietro la sua pelle, probabilmente ha la maturità per capire una vittoria del genere. A vent’anni, prima delle sue fatiche, era decisamente più delicato. Non andremmo al punto di dire che tutto questo è stato una benedizione sotto mentite spoglie, ma… Borna Couric è (ri)lanciato, probabilmente per sempre. Finché la sua spalla lo lascia solo.

Una serie impressionante fermata da Nadal: Couric di cui andare fieri

Cincinnati ATP

Per quanto fosse aggressivo e meticoloso Couric, ha frustrato Tsitsipas: sintesi del suo successo

10 ore fa

Cincinnati ATP

Settimana meravigliosa: Couric, rinascita

17 ore fa

READ  Parlons MotoGP: Un Quartararo in modalità Jorge Lorenzo!