Novembre 30, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Cina e Stati Uniti hanno annunciato un accordo a sorpresa nell’ultima fase della Conferenza sul clima di Glasgow

Speranza rinata a Glasgow? La Cina e gli Stati Uniti, i maggiori emettitori al mondo di gas serra, hanno annunciato mercoledì un accordo a sorpresa due giorni prima della fine prevista della conferenza COP26. In questo “Dichiarazione congiunta sulla promozione dell’azione per il clima”E Pechino e Washington si impegnano, senza dettagli molto precisi Adottare misure rafforzate per aumentare le ambizioni durante gli anni ’20.riaffermando il loro impegno per gli obiettivi dell’accordo di Parigi.

Le due maggiori potenze mondiali, la cui rivalità negli ultimi mesi sembrava sconfinare nel campo della diplomazia climatica, si sono impegnate anche a lavorare a Glasgow per “Un risultato ambizioso, equilibrato e completo in materia di mitigazione (minore emissioni), adattamento e sostegno” finanza per i paesi poveri.

Questo accordo è stato salutato come ‘Un passo importante nella giusta direzione’ Dal Segretario Generale delle Nazioni Unite António Guterres. “Oltre la COP, è importante per il mondo”Il vicepresidente della Commissione europea, Frans Timmermans, ha risposto.

All’inizio di mercoledì, dopo 10 giorni di discussioni, la presidenza britannica della COP ha pubblicato la prima bozza della dichiarazione finale che chiede il rafforzamento e l’accelerazione degli impegni climatici di tutti i paesi per raggiungere gli obiettivi dell’accordo di Parigi. Questo testo ha suscitato reazioni contrastanti, in particolare da parte delle nazioni più povere, che insistono sul fatto che i più ricchi mantengano la loro promessa di aiuto.

Il progetto invita i paesi a “Perfeziona e rafforza” dei Contributi Nazionali 2022 che ne definiscono gli impegni a breve termine. Incoraggia inoltre i paesi a “Accelerare l’uscita del finanziamento del carbone e dei combustibili fossili”. Un riferimento così esplicito ai combustibili fossili, responsabili della maggior parte delle emissioni, non ha precedenti e non compare in particolare nell’accordo di Parigi. Ma promette di essere aspramente contestato fino a quando il testo finale non sarà finalizzato, in particolare dalle nazioni produttrici.

READ  Eruzione vulcanica a La Palma - case sommerse, villaggi abbandonati ... Affascinanti foto del progresso della lava nelle Isole Canarie

Sulla scottante questione del finanziamento, testo “sollevato con rammarico” I paesi sviluppati non sono riusciti a mantenere la loro promessa di mobilitare circa 100 miliardi di dollari all’anno in aiuti per il clima ai paesi poveri a partire dal 2020. Il testo rimarrà oggetto di negoziati e potrebbe cambiare entro la fine della COP prevista per venerdì, ma potrebbe essere esteso.