Dicembre 3, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Ci sarà una tassa speciale sulla copia sui telefoni cellulari dopo il loro rinnovo?

Ambientale ed economico: sulla carta tutti elogiano il mercato degli smartphone e dei tablet usati. Ma i restauratori professionisti, che riparano i dispositivi, sono critici nei confronti di diverse decisioni del governo che penalizzano la loro attività, hanno affermato. A cominciare dalla proposta di legge volta a ridurre l’impronta ecologica della tecnologia digitale francese (REEN), esaminata in seconda lettura, al Senato, martedì 2 novembre. In particolare, l’articolo si estende ai venditori di dispositivi multimediali riconfezionati che pagano una royalty ai titolari dei diritti nell’industria culturale, in cambio della protezione digitale delle loro opere.

Per mesi, gli innovatori hanno fatto una campagna per non pagare questo contributo, che, in linea di principio, riguarda “primo scambio” prodotti. senza risultato. Anche il governo era diviso sulla questione, ma il primo ministro Jan Castex era d’accordo con i detentori dei diritti, che lo chiedevano tutti. Un nuovo programma per la tassa speciale sulle copie, che impone lo stato di riconfezionamento, è entrato in vigore a luglio e i parlamentari hanno votato, a giugno, per modificare la legge REEN a questo scopo.

Leggi anche Questo articolo è riservato ai nostri abbonati La musica blues dei restauratori di cellulari

Non sorprende che i senatori dovrebbero votare il testo così com’è, soprattutto da quando la Commissione per la pianificazione regionale e lo sviluppo sostenibile del Senato, mercoledì 20 ottobre, è stata adottata. “a seconda di” Proposta di legge sull’impronta ecologica, compresa la proroga del canone. “Non ha senso riavviare il dibattito”, Il senatore di Les Republic (LR) Patrick Chase, che aveva votato un emendamento a favore dei riformatori, in prima lettura, al Senato, a gennaio. “Ma è un’aberrazione politica”, lui pensa. Esistono altre soluzioni, come aumentare il contributo a nuovi prodotti.

READ  Costo di manutenzione pazzesco di sempre per una Bugatti Chiron!

Le battute d’arresto del governo all’economia circolare

I restauratori non sono gratuiti. “Queste commissioni sono state applicate senza tener conto delle loro conseguenze per il mercato emergente, che resta da strutturare”, Marlène Taurines, direttore generale di Smaaart, una società di riparazione di telefoni, a Saint-Mathieu-de-Tréviers (Hérault) è preoccupata. Questo ci sembra contraddire le misure prese dal governo a sostegno della sovranità economica francese. “

Il contributo è di 10,08 euro, IVA inclusa, per uno smartphone con capacità di archiviazione pari o superiore a 64 GB, pari a circa il 4% del prezzo medio di rivendita dei dispositivi (250 euro), in un mercato molto competitivo, dove i margini lordi sono presenti. circa 10%.

Hai il 30,31% di questo articolo da leggere. Il resto è solo per gli abbonati.