Dicembre 6, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Chi è interessato da questo assegno da 100 euro?

Compensazione del soffio. Una “indennità di inflazione” di 100 euro aiuterà 38 milioni di francesi a far fronte a vari aumenti di energia o carburante. Ti qualificheresti anche tu? Stiamo valutando.

[Mis à jour le 24 octobre 2021 à 16h35] A fine ottobre molti francesi facevano i conti, ed è impossibile coprire il disastro con aumenti multipli dei consumi. Per rispondere ad essa, il governo ha annunciato, giovedì 21 ottobre, lo status di “compensazione dell’inflazione”. Il premier ha fatto riferimento al gruppo TF1: “Di fronte all’aumento dei prezzi, il governo ha scelto il regime più equo ed efficiente”. A 100 euro, sarà per tutti i francesi che non sono in grado di far fronte all’impennata dei prezzi dell’energia, ma anche carburante. Dovrebbe essere visto come un provvedimento elettorale?

Il governo si difende, questo provvedimento non ha nulla a che vedere con le prossime elezioni presidenziali. “Comprare la pace sociale con i buoni regalo è positivo. Affrontare le cause dell’aumento dei prezzi di carburante, gas, elettricità e cibo è ancora meglio”, ha chiesto in particolare su Twitter il presidente dell’Assemblea nazionale repubblicana Damienabad.

Fornirà un’indennità di inflazione di cento euro, e talvolta di più, per i francesi il cui reddito mensile netto non supera i 2.000 euro. Sono interessati i dipendenti, i lavoratori autonomi e i disoccupati, nonché gli studenti borsisti e persino i pensionati. Tanto per le linee principali. Se nell’idea che ogni persona debba ricevere questo aumento di 100 euro individualmente una sola volta, molti casi speciali possono comunque cambiare la situazione. Ad alcuni possono essere corrisposti anche indennizzi per l’inflazione in più rate. Già venerdì 22 ottobre il ministero dell’Economia aveva riconosciuto gli effetti collaterali, soprattutto per i dipendenti che hanno datori di lavoro diversi o quelli con attività retribuita e autonoma. Se sei idoneo, non c’è niente da fare! Questo pagamento verrà effettuato automaticamente dalla tua azienda, Pôle emploi o Urssaf, a seconda del piano di appartenenza.

L’indennità di rincaro è di 100 euro a persona indipendentemente dalla composizione del nucleo familiare e dal possesso o meno di un’auto. Questa è la ricompensa Senza tasse e senza commissioni. “Questo corrisponde al costo aggiuntivo medio del pagamento del carburante per qualcuno che percorre 14.000 km all’anno”, ha detto Matignon alla stampa, per giustificare l’importo della compensazione dell’inflazione, dopo che Jean Castex ha prestato servizio al microfono di TF1 giovedì. sera. L’indennità di inflazione può essere erogata più volte? In molti casi è già possibile ottenere più di 100 euro di bonus:

  • Se hai più datori di lavoro e il tuo stipendio netto non supera i 2.000 euro al mese.
  • Se sei un lavoratore autonomo e lavori allo stesso tempo
  • Combina la tua pensione con un lavoro
READ  In Francia gli investimenti per il clima resistono alla crisi ma restano moderati

In risposta a una domanda di BFMTV, il Ministero dell’Economia riconosce potenziali effetti collaterali difficili da evitare. Nota: l’indennizzo per l’inflazione viene pagato su base individuale. Se due membri all’interno della stessa famiglia guadagnano meno di € 2.000 al mese, riceveranno entrambi € 100 di bonus a dicembre.

L’indennità di inflazione deve essere pagata tra dicembre 2021 e febbraio 2022. Una data specifica non può essere anticipata per motivi tecnici. Il pagamento, infatti, deve essere garantito attraverso più canali, a seconda dello status del beneficiario. Ecco il calendario dei pagamenti previsto dal governo:

  • Fine dicembre 2021: Questa è la data in cui i dipendenti riceveranno l’indennità di inflazione, direttamente sulla busta paga. Infatti, il datore di lavoro sarà tenuto a pagare, prima di essere risarcito dallo Stato in una seconda fase.
  • fine gennaio 2022 Lo Stato paga l’indennità di inflazione ai dipendenti e ai lavoratori autonomi.
  • Febbraio 2022 In questa data, i lavoratori autonomi, i disoccupati ei pensionati dovrebbero ricevere l’indennità di inflazione.

No. L’indennità di inflazione non è destinata a essere permanente. In realtà è una spinta finanziaria per le classi medie. Il premio verrà pagato in un’unica soluzione, tra dicembre 2021 e febbraio 2022. I beneficiari non dovranno fare nulla perché il pagamento sarà automatico. Per i dipendenti, è il datore di lavoro che si occuperà di pagare l’indennità di inflazione, poiché l’azienda viene compensata dallo Stato in una seconda fase riducendo i contributi del datore di lavoro. Per i pensionati sarà il fondo pensione che dovrà garantire il pagamento. I liberi professionisti riceveranno aiuto tramite Urssafs. E la spinosa questione per i datori di lavoro privati? Se paga tramite Cesu+, Urssaf gestisce tutto. Se il bonus è erogato dal Cesu ordinario, il singolo datore di lavoro sarà informato dell’importo da corrispondere al proprio dipendente. Verrà rimborsato in seguito.

Il premio annunciato dal governo si rivolge alle classi medie. Per determinare l’ammissibilità alla compensazione dell’inflazione, il governo ha fissato un tetto: quindi siamo preoccupati Francesi che guadagnano meno di 2.000 euro al mese – prima dell’applicazione della ritenuta alla fonte – (1943 euro al mese per i pensionati), indipendentemente dal loro status e occupazione. Dipendenti, lavoratori autonomi, dipendenti pubblici, agricoltori, pensionati, stagisti, studenti e borsisti sono in vista di questa procedura, siano essi a tempo pieno o part-time. In totale, 38 milioni di persone in Francia dovrebbero beneficiarne.

In risposta a una domanda di Les Echos, il governo ha specificato che è lo stipendio al lordo delle tasse che verrà esaminato per determinare se sei idoneo. “L’idea è di prendere un mese normale”, ha detto al Daily News. Quindi, si può scegliere il mese di novembre o ottobre. Non vi è quindi alcun rischio che la concessione della tredicesima mensilità o del bonus di fine anno impedisca ad alcuni beneficiari di percepire l’indennità di rincaro. Sulla ricevuta di pagamento sarà sufficiente controllare la riga”netto da pagare prima Tassa sul reddito‘, sopra ‘Pagamenti netti’.

READ  Come trova le idee del suo marchio il creatore di "napaqaro" di Buffalo Grill

Per i lavoratori autonomi, il governo dovrebbe considerare il reddito imponibile per il 2020. L’AFP ha aggiunto che pagherà l’indennità di inflazione per coloro che hanno guadagnato meno di 30.000 euro. L’attività deve portare un minimo di 500 euro al mese e non superare un netto di 2.000 euro al mese.

Scrittore: Gli aiuti vengono ricevuti su base individuale. In altre parole, nel caso dei coniugi ad esempio, se il reddito netto dei coniugi è inferiore a 2000 euro mensili, entrambi riceveranno un’indennità di rincaro, cioè 200 euro in totale. “Questo limite di 2.000 euro, per persona e non sulla scala dell’imposta sulle famiglie, copre più della metà dei lavoratori e il 70% dei pensionati”, ha spiegato Gabriel Attal a Microphone France 2.

Stagisti, borsisti e studenti potranno usufruire dell’indennità di inflazione di 100 euro. L’unico requisito è avere meno di 2000€ al mese netti al mese ed essere finanziariamente indipendenti. In altre parole, non dovresti più essere vincolato alle tasse dei tuoi genitori. “Penso che circa i due terzi degli studenti saranno colpiti”, ha detto venerdì mattina a France 2 il portavoce del governo Gabriel Attal.

“Tutti gli studenti con borsa di studio e quelli con una tassa fiscale indipendente: si stima che ne beneficeranno 1,7 milioni di studenti”, ha detto Frederic Vidal venerdì al microfono di Radio Sud. “Per gli studenti con borsa di studio, abbiamo i file. Verranno pagati automaticamente e verranno pagati a dicembre”, ha aggiunto. “Per altri saranno i classici meccanismi a disposizione di tutti i cittadini. Gli studenti sono giovani indipendenti, dobbiamo sostenerli in questa autonomia”.

“Questo aiuto è un palliativo, ma non cambierà davvero le cose”, ha detto venerdì Cécile Thévin, membro dell’Ufficio nazionale del Fage (Unione delle società studentesche pubbliche). Ritiene che l’aiuto finanziario non sia sufficientemente ampio e dovrebbe riguardare “tutti gli studenti”.

Sì, i pensionati beneficeranno dell’indennità di inflazione. Tuttavia, la situazione del reddito è stata chiarita. Matignon ha detto che dovresti aver maturato pensioni (sia generali che integrative) inferiori a 1.943 euro al mese e per persona. Perché questo tetto di 1.943 euro e non i 2.000 euro al netto degli altri dipendenti? I fondi pensione non sono soldi ritiri. Di conseguenza, il governo ha preferito escludere le famiglie che pagano l’intera aliquota CSG (8,3%). Per un pensionato che vive da solo, l’accumulo delle pensioni non dovrebbe superare i 1.943 euro al mese.

READ  La Procura di Parigi ha aperto un'inchiesta

secondo Capitale, questo soffitto rimane molto misterioso. Secondo il documento di Percy, ne risentiranno 13 milioni di pensionati, con un gettito fiscale standard inferiore a 1.943 euro. In altre parole, le pensioni non verranno più prese in considerazione, perché il reddito fiscale di riferimento, che compare nell’ultimo avviso fiscale, include tutti i redditi che la famiglia fiscale percepisce (reddito da lavoro, reddito da proprietà, reddito da patrimonio e da capitale). La rivista ha interrogato il Segretario di Stato per le pensioni per vedere se il governo avrebbe trattenuto il reddito fiscale di riferimento o l’importo della pensione per determinare l’ammissibilità all’indennità di inflazione. Non ho avuto risposta.

Sì ! Beneficiari di Solidarietà al reddito da lavoro (RSA) sono anche tra i beneficiari dell’indennità di inflazione. Come promemoria, RSA riguarda le persone che hanno pochissime risorse. L’importo della prestazione sociale CAF è fino a 65 euro a persona, senza indennità di alloggio.

I disoccupati che cercano attivamente lavoro e che ricevono un’indennità di disoccupazione inferiore a € 2.000 netti al mese hanno diritto all’indennità di inflazione. Con ogni probabilità, è il Pôle emploi che pagherà questo bonus. Non dovrai avviare alcuna procedura per garantire il pagamento.

Sì, i beneficiari del minimo sociale, compresi gli assegni per gli adulti disabili, sono interessati dall’indennità di rincaro di 100 euro. L’indennità per adulti disabili è l’assistenza finanziaria concessa a determinate persone con disabilità, a condizione che soddisfino una determinata forma Disabilità e criteri di reddito. Nel 2021 il valore diAAH 1 persona senza risorse fino a €903,60. Poiché la Confederazione del calcio africano (CAF) paga l’indennità di assicurazione sanitaria, è il Fondo per gli assegni familiari che dovrà garantire il pagamento dell’indennità di inflazione.

L’Esecutivo ha rinunciato alla realizzazione di un’ispezione del carburante, classificata come “gas d’impianto”, per motivi tecnici. La creazione di un sistema dedicato agli automobilisti richiedeva già la trasmissione di molti dati: informazioni fiscali (il reddito fiscale di riferimento per i francesi) e informazioni sull’uso del loro veicolo. È difficile raccogliere dati finché non hai finito di controllare il carburante. Per questo motivo, il governo ha preferito pagare l’assistenza esentasse, indipendentemente dal fatto che tu possieda o meno un’auto.