Agosto 10, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Bormio – Dominique Paris, ancora re nel suo giardino

Re Stelvio colpì ancora. Specializzato in teatro italiano, Dominique Paris ha vinto per la settima volta in carriera a Bormio, vincendo martedì lo sbarco nelle Dolomiti. Eccezionale al vertice del design, supersonico nell’ufficio tecnico, il 32enne italiano ha rimontato in fondo alla finale canonica dello svizzero Marco Odermatt (+0”24), consolidando il suo posto in testa alla classifica Generale-Niels Huntermann (+0”80), che lo accompagna sul podio. Parigi si presenta così alla ventesima vittoria della sua carriera e agguanta anche la vetta della Coppa del Mondo di discesa libera. Media di giornata per i francesi con il loro migliore, Johann Cleary, che ha chiuso 11°.

Sentivamo che stava arrivando un po’. In costante miglioramento dall’inizio della stagione sulle piste (8°, 5° e poi 4°), Dominique Paris sta progressivamente guadagnando la fiducia di cui non ha necessariamente bisogno quando si avvicina a Bormio. Lo Stelvio e le sue lunghe curve, i movimenti impegnativi del terreno e San Piedro così importante da gestire, lo sciatore meranese lo sa a memoria. Entrata aggressiva in vetta dopo una grande spinta, l’italiano non ha fatto domande in pista, con uno snowboarder che non si è mai mosso su una pista sconnessa. Ma Parigi conosceva troppo bene Stelvio per lasciarsi ingannare. Così vicino al fondo, Paris continua a costruire un record di pista folle a Bormio con sei vittorie in discesa e una in Super-G.

Bormio

Udermatt non può incolpare se stesso

un’ora fa

Udermatt non può incolpare se stesso

I francesi si ritirarono

Tuttavia, Marco Odermatt ha pensato di avere il tiro perfetto dopo aver passato con Pep 8, proprio davanti all’italiano. Lo svizzero, osservando la meticolosità, aveva fatto saltare in aria l’orologio Alexandre Amodt Kelde (-0″78) ed era quindi difficile vedere come potesse essere colpito. Ma senza fare affidamento sulla prestazione stratosferica del Parigi. Odermatt se contentera volontiers de la 2e place (+ 0”12), un premier podium en discesa en carrière qu’il partage avec un autre Suisse, Niels Hintermann (+ 0”80), auteur de sa deuxième 3e place de suite rapidamente. ha fatto un’ottima operazione in generale E ora con una differenza di 286 punti.. Forte dall’inizio della stagione, l’austriaco Matthias Mayer lascia il pettorale di capitano a Parigi dopo una prestazione deludente (12°) Quanto al francese.

Nessuno di loro commetterà un errore particolare, gli sci sono spesso puliti e lisci, ma una pista come Bormio tiene e si prende dei rischi per sperare di brillare. Quello che nessuno riuscirà a fare nel tempo. Premier Tricolore à s’élancer avec son dossard 13, Johan Clarey aura aussi été le meilleur d’entre eux mais le vétéran français a dû se contenter de la 11e place (+ 1”36), loin du niveau qu’il pouvait afficher L’ultimo anno. Stesso record di Matthieu Bailet, solo 14° posto (+1”63) sulla pista che ama e dove in passato è caduto 6°.

Johan Cleary entra a Bormio con un video

Bormio

Manifestazione di Parigi a casa

2 ore fa

Bormio

In buona forma, Meyer vuole sottolineare ‘Stelvio’

Ieri alle 12:55

READ  Gli americani hanno vinto la 27° Ryder Cup dopo aver battuto l'Europa (19-9) nella 43° edizione