Dicembre 6, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Antonio Dikele Distefano: “Col tempo l’Italia avrà il suo Mbappé”

Antonio DiCille Distepano: "Nel tempo, l'Italia avrà il suo Mbappé"

Antonio Dikele Distefano: “Col tempo l’Italia avrà il suo Mbappé”

Antonio Dickel Distebano è l’autore del romanzo “Invisibile”, che ha ispirato la serie Netflix “Zero”. Nel suo libro racconta la vita quotidiana di un ragazzo italiano di origine africana in cerca di identità. Il calcio è una storia ispirata dai suoi e dai suoi amici che abbondano ovunque. Prima di una lezione alla Sorbona, lo scrittore 29enne racconta i suoi curiosi Mario Bolotelli e le tribune della Ligue 1.

Quando il calcio ha fatto parte della tua vita?

Subito, e poi all’età di 10-11 anni con un po’ più di emozione. Dopodiché, devo solo dire che non mi piace parlare di calcio con i tifosi che li rendono ciechi. Laddove c’è sempre una spiegazione arbitrale, sosteniamo un’altra squadra contro una squadra, e basta… Non mi piacciono questo genere di discussioni. Per ottenere l’analisi effettiva, vorrei scambiare oggettivamente. Da un anno mi occupo di calcio di meno perché sono molto coinvolto. Questo interesse arriva con George Wee e Milan. Ho sempre sostenuto il Milan. Piccolo, Seedorf, di questi giocatori ho sempre visto voler diventare la fine. Oggi questi giocatori non si trovano. Anche in Lega 1 ho scoperto che il livello generale del calcio era diminuito. Qualche anno fa l’Axerre di Guy Rooks avrebbe vinto tranquillamente la League 1. Stesso discorso in Serie A con la Fiorentina. La maggior parte dei calciatori presentati come eventi oggi non sarebbe stato così qualche anno fa.

“Eh, Seedorf, ho sempre visto uno di questi giocatori che avrei sempre voluto essere alla fine. Oggi non riesco più a trovare questi giocatori”.

Sei cresciuto a Ravenna, non riconosciuta come la roccaforte del calcio italiano. Ad esempio, oggi la squadra è in Serie D.

Il Ravenna FC è un club sempre piccolo, quindi i ragazzi spesso tifano per Joe o per il Milan. Ma quando eravamo in serie P, al livello più alto che avevamo raggiunto, tutti tifavano per il Ravenna. Lo stadio non c’è più, ma la gente sta venendo allo stadio. Questo è il mio primo ricordo dello stadio e mi piace molto andare dai relatori per farmi un’idea delle squadre. Il problema in Italia è che i terreni sono fatiscenti: il terreno di Tolosa
Leggi il resto dell’articolo su SoFoot.com

READ  Louis, 87 anni, ottiene un BV dall'Italia anche se non ha lasciato il suo villaggio