Settembre 24, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Angie “trovò altre fonti di approvvigionamento”, dice Elizabeth Bourne…

11:55: Dopo aver denunciato l’attacco in Ucraina, un soldato russo ha chiesto asilo in Francia

Infrangere la legge del silenzio e fuggire dalla Russia: Pavel Filatev, un soldato che ha combattuto per due mesi in Ucraina prima di condannare l’attacco del Cremlino, chiede asilo politico in Francia. Il soldato 34enne è arrivato domenica a Roissy attraverso la Tunisia e lunedì ha incontrato gli agenti dell’Ufficio francese per la protezione dei rifugiati e degli apolidi (OFRA). la ragione ? All’inizio di agosto il paracadutista, arruolato nuovamente l’anno scorso nel 56° reggimento delle forze aviotrasportate di stanza in Crimea dopo aver lasciato per qualche tempo i ranghi dell’esercito, ha pubblicato sul social network VKontakte un account di 141 pagine in cui denuncia . Lo stato delle forze russe e la guerra in Ucraina.

“Quando ho saputo che l’ordine mi chiedeva di essere condannato a quindici anni per false informazioni, ho capito che non avrei ottenuto nulla qui e che i miei avvocati non potevano fare nulla per me in Russia”, afferma Pavel Filatev. “Non avevamo alcun diritto morale di attaccare un altro Paese, le persone a noi più vicine”, scriveva il soldato, figlio di un soldato che prestava servizio nello stesso 56° Reggimento.

Raffigura l’esercito russo a brandelli, a malapena equipaggiato e non addestrato, “nelle stesse condizioni in cui è diventata la Russia negli ultimi anni”. “Di anno in anno, il mercato e la corruzione diventano sempre più vettori”, spiega Pavel Filatev. E aggiunge: “Corruzione, caos, non mi interessa. Sei andato oltre i limiti dell’accettabile”, ricordando di essere rimasto subito deluso dopo aver firmato il contratto. “I militari, come la società russa, sono terrorizzati”, dice, stimando che solo il 10% dei soldati sostiene la guerra, mentre la maggior parte dei soldati ha paura di parlare. “Coloro che si oppongono alla guerra hanno paura di dirlo, e se ne vanno, e hanno paura delle conseguenze”.

READ  Face à la flambée des prix, son moteur à eau permet d'impressionnantes économies