Novembre 29, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

$ 500 milioni da pagare: i Warriors stanno diffamando l’NBA?

È possibile acquistare il titolo NBA? I media americani sono stati in fermento da questa estate con discussioni sulla quarta incoronazione dei Golden State Warriors in otto anni. Alcuni proprietari di leghe pensano che il franchise di San Francisco guadagni molto perché può essere speso profumatamente. Se non gli piace la stagione 2021/2022, ci sono poche possibilità che la 2022/2023 e soprattutto la 2023/2024 trovino favore ai loro occhi. Perché i Warriors potrebbero guidare i regolamenti NBA in modo assurdo.

Di quali numeri stiamo parlando? Stiamo parlando di stipendio, tetto salariale e tassa sul lusso qui. L’universo spietato della NBA? Non tanto. Nel paese del capitalismo e del liberalismo, il sindacato appare come una facciata di giustizia. Le 30 franchigie hanno la stessa cifra di stipendi da distribuire ai propri giocatori (123 milioni per il 2022/2023). Questo è tutto sulle basi. Ma nel suo accordo che ne regola le regole dal 2016, la National Basketball Association offre diversi modi per aggirarlo. È qui che entra in gioco la tassa sul lusso. Per gli affiliati la cui scala salariale supera l’importo assegnato di 27 milioni, dovresti pagare in base a un principio: più spendi, più paghi.

NBA

I Clippers celebrano il ritorno di Leonard con il Los Angeles Derby

6 ore fa

Libro paga esplosivo

In questo gioco, i guerrieri sono re. Il valore della tassa sul lusso della scorsa stagione ammontava a 170 milioni di dollari. Quindi la formazione della squadra campione costa 345 milioni (più busta paga). 2,5 volte di più dei Soli, i veri candidati al titolo. Quindi torneremo all’equità.

Il club da 40 milioni di dollari: i 10 migliori libri paga della NBA

Per la stagione in corso, la banconota sale a 389 milioni prima di saltare nel 2023/2024: si prevede di raggiungere i 475 milioni. Ciò tiene conto delle estensioni contrattuali di Jordan Paul e Andrew Wiggins firmate lo scorso fine settimana e della potenziale attivazione di un’opzione di un anno da parte di Draymond Green. Aggiungi tre giocatori per completare la squadra e la banconota dovrebbe raggiungere la pazzesca somma di $ 500 milioni!

Questo per quanto riguarda i numeri. Ora, devi chiederti che effetto ha questa spesa sull’NBA. I Warriors ovviamente aggirano alcune regole, ma visto che la NBA prevede penalità, si tratta davvero di barare? Ognuno otterrà la sua risposta a questa domanda. Il proprietario dei Warriors Joe Lacob ha la sua proprietà. Trova il principio della tassa sul lusso… ingiusto. Parole per le quali è stato multato di $ 500.000. Bellissimo paradosso.

I guerrieri trovano ingiusta la tassa sul lusso

Abbiamo oltre 200 milioni di dollari in totale perché la maggior parte di questi è una tassa sul lussoha detto quest’estate sul podcast “Point Forward”. Ovviamente è egoistico dirlo, ma penso che sia un sistema molto ingiusto perché abbiamo costruito questa squadra creando i nostri primi otto giocatori.“.

Lacob fa qui un simpatico acronimo. Se Curry, Thompson, Green, Poole e Looney sono realizzati dal suo franchise, non è il caso di Wiggins, Iguodala o Porter Jr. Che ha partecipato attivamente all’ottenimento del titolo lo scorso giugno. Ma non c’è discussione. Il fatto che i Warriors stiano cercando gli assi è un dato di fatto, ma nel sistema NBA non significa molto. Comunque non a lungo termine.

Questo dipende dalla quantità di contratti dei giocatori, che dovrebbe rappresentare il loro valore sportivo, tranne per il fatto che sono sempre possibili buone trattative, e soprattutto cattive trattative. Tuttavia, se ci fosse un tetto salariale, sarebbe proprio per distribuire i migliori talenti del campionato in un gran numero di franchigie. La squadra può reclutare i migliori giocatori ogni anno e un giorno o l’altro dovrà fare delle scelte finanziarie.

Forse stai aspettando la rivoluzione

Vedere una stella, due o tre stelle insieme non è una novità, ma i Miami Heat di LeBron, Wade e Bosh hanno dovuto trovare il modo di rimanere praticamente nella giungla finanziaria all’inizio dell’ultimo decennio. Cosa non fanno i guerrieri. perché ? Perché l’enorme mercato di San Francisco consente all’organizzazione di realizzare un profitto nonostante queste pesanti spese. Inoltre, i primi tre libri paga NBA sono a San Francisco (Warriors), Los Angeles (Lakers) e New York (Nets).

LeBron James (Los Angeles Lakers) contro Stephen Curry (Golden State Warriors)

Credito: Getty Images

L’accordo generale dell’NBA afferma che chi spende di più paga in modo più specifico la tassa sul lusso. Ciò consente ai piccoli mercati di rimanere redditizi alla fine dell’anno fiscale. Sono tutti contenti?

Certi proprietari, senza dubbio. Tifosi, molto meno. L’NBA non ha raggiunto l’equilibrio atletico. Semplicemente perché non vuole e potrebbe essere impossibile. Ha anche un interesse per i grandi mercati che sono in lizza per i titoli. Per dieci anni buoni, i piccoli franchise NBA hanno smesso di perdere soldi. Quindi nulla dovrebbe cambiare nel paese di Topolino. A meno che non appuntate al vertice la spesa colossale dei guerrieri per qualche anno in più. Quindi forse la National Basketball Association (NBA), una lega in perpetuo movimento, sta rivedendo la sua versione per preservare l’illusione.

NBA

Clippers: E se finalmente fosse l’anno giusto?

Ieri alle 07:40

NBA

Boa sul campanello: Joubert sa fare tutto!

Ieri alle 06:39

READ  Zidane, non ancora al PSG