Ottobre 20, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

11 paesi, tra cui la Francia, firmano una dichiarazione congiunta per “spingere il Regno Unito a onorare l’accordo sulla Brexit”

Nelle zone di pesca ancora contese, Londra e Jersey hanno concesso poco più di 200 licenze definitive, mentre Parigi ne richiede ancora 244.

Articolo di

pubblicato

Aggiornare

momento della lettura : 1 minuto.

Undici paesi, tra cui la Francia, hanno firmato una dichiarazione congiunta lunedì (11 ottobre) criticando le decisioni del Regno Unito sulle licenze di pesca dopo che la Gran Bretagna ha lasciato l’Unione europea.. “La risposta del Regno Unito alle richieste di licenza di caccia è incompleta e inappropriata”, ha espresso il suo rammarico al ministero del Mare francese in un comunicato stampa, a seguito della riunione del Consiglio europeo dei ministri dell’agricoltura e della pesca in Lussemburgo. Insieme a Francia, Germania, Belgio, Cipro, Spagna, Grecia, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Portogallo e Svezia hanno firmato la dichiarazione, secondo questo comunicato stampa.

L’accordo post-Brexit, siglato a fine 2020 tra Londra e Bruxelles, prevede che i pescatori europei possano continuare a lavorare in alcune acque britanniche purché ottengano una licenza, che viene concessa se possono dimostrare di avervi pescato in precedenza. Ma i francesi e gli inglesi discutono sulla natura e sulla portata dei documenti giustificativi da presentare. Nelle zone di pesca ancora contese, Londra e Jersey hanno concesso poco più di 200 licenze definitive, mentre Parigi ne richiede ancora 244.

READ  Gli esseri umani possono vivere fino a 130 anni

“Questa dichiarazione congiunta è un passo importante perché solo una risposta collettiva consentirà all’Unione europea di pensare con calma alla prosecuzione dei negoziati con il nostro partner britannico”., ha sottolineato Annick Girardin, ministro dei mari, spiegando che l’obiettivo è “Spingere il Regno Unito a onorare l’accordo sulla Brexit”. come ha detto lei “Risposte europee e francesi alle proposte britanniche”. sarà pubblicato Nella seconda metà di ottobre e “Può includere misure di ritorsione”.